Abusi sulle donne. C’è il progetto Zeus per la cura dei violenti

Abusi sulle donne. C’è il progetto Zeus per la cura dei violenti

(Comunicato stampa) -E’ stata siglata mercoledì 14 febbraio  2024, l’intesa tra Questura di Caserta e CAM Caserta in materia di violenza di genere. “Protocollo Zeus” uno strumento di prevenzione  che mette in sicurezza le donne  attraverso un percorso di trattamento per gli uomini violenti L’obiettivo del protocollo è di garantire azioni omogenee sul territorio, prevenire il fenomeno della violenza contro le donne attraverso l’informazione e la sensibilizzazione della collettività, rafforzando la consapevolezza degli uomini e dei ragazzi nel processo di eliminazione della violenza contro le donne e nella soluzione dei conflitti nei rapporti interpersonali;   promuovere lo sviluppo e l’attivazione, in tutto il territorio nazionale, di azioni, basate su metodologie consolidate e coerenti con linee guida appositamente predisposte, di recupero e di accompagnamento dei soggetti responsabili di atti di violenza nelle relazioni affettive, al fine di favorirne il recupero e di limitare i casi di recidiva.

A siglare l’intesa la dott.ssa Pina Farina – Presidente CAM Caserta – Centro Osservazione e Trattamento Uomini Maltrattanti  e il dott.  Andrea Grassi  –  Questore di Caserta. Presenti alla firma, il dott. Mario Grassia – Responsabile della Divisione Anticrimine, Primo Dirigente della Polizia di Stato, la dott.ssa Maria Laura Forte – Direttore Ufficio Esecuzione Penale Esterna Caserta, che ha spiegato la necessità e l’importa della rete  tra enti e istituzione al fine di garantire un intervento efficace. L’Avvocata Fernanda D’Ambrogio –  esperta in diritto di famiglia, ha sottolineato l’importanza del ruolo della famiglia  nell’educazione e la crescita dei propri figli. A  rappresentare il Comune di Caserta e la Provincia di Caserta, l’Assessore Annamaria Sadutto che si è detta orgogliosa delle organizzazioni del territorio come il CAM Caserta, che danno un contributo indispensabile alla città di Caserta.  Il Dott. Andrea Grassi ha rappresentato l’ammonimento come un provvedimento di  una messa guardia  dei soggetti violenti dando la possibilità a loro di intraprende un percorso di consapevolezza sulle proprie condotte al fine di evitare il rischio di recidiva La dott.ssa Pina Farina  “ da decenni  ci occupiamo di violenza e da un po’ di anni prendiamo in carico persone condannate per i reati di maltrattanti. I nostri percorsi mirano a riacquisire le abilità cognitive in grado di gestire le proprie emozioni, partendo dalla gestione della rabbia. Il protocollo Zeus rappresenta il fiore all’occhiello per il nostro CAM perché ci da la possibilità di intervenire sui soggetti maltrattanti  prima della denunzia o della condanna” 

About author

You might also like

Primo piano

Dall’idea al libro e oltre. L’evento è al dipartimento di Lettere

Emanuele Ventriglia -Che cos’è un libro? Quali sono le figure professionali che accompagnano un’autrice o un autore nella trasformazione di un’idea in un libro? E quando il libro è pronto,

Primo piano

Torna la Mongolfiera su Carditello, tutti in volo sul Real Sito

Luigi Fusco -Torna la mongolfiera al Real Sito di Carditello. Tutti in volo sulla Reggia Borbonica per ammirare lasplendida architettura del Collecini e il paesaggio boschivo circostante.Ben tre sono gli

Cultura

Ma che ne sai? Il laboratorio di Intercultura all’Isis Federico II

Luigi Fusco Si è svolto con successo il laboratorio di Intercultura ed Educazione alla Diversità tenutosi giovedì 20 aprile presso l’Aula Magna dell’ISIS “Federico II” di Capua, istituto diretto dalla