Aeronautica, cambio al vertice alla Scuola Sottufficiali

Aeronautica, cambio al vertice alla Scuola Sottufficiali

Si è tenuta questa mattina a Caserta la cerimonia di passaggio di consegne al Comando della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, tra il Colonnello Nicola Gigante, Comandante uscente, e il Tenente Colonnello Roberto Impegno, Comandante subentrante (foto).

La cerimonia, svolta in formato ridotto con l’adozione di tutte le predisposizioni previste dalle normative in vigore in materia di contenimento dell’epidemia COVID-19, è stata presieduta dal Generale di Squadra Aerea Aurelio Colagrande, Comandante delle Scuole A.M./3a Regione Aerea di Bari, alla presenza delle autorità civili e militari di Caserta e provincia.

“Desidero prima di tutto rivolgere il mio deferente saluto alla bandiera d’Istituto e, attraverso essa, a coloro che hanno fatto il massimo sacrificio per onorarla, i nostri caduti, la cui memoria ci sprona ad impegnarci sempre dando il meglio di noi stessi per essere sempre più utili al Paese. A loro, ieri, abbiamo dedicato un ceppo, una deriva di velivolo AM-X, posizionato nella rotonda prospiciente il Palazzo Reale, su viale Carlo III” così ha esordito il Colonnello Nicola Gigante durante il suo intervento.  Nel proseguire, egli ha ringraziato la città attraverso le autorità e i rappresentanti delle istituzioni, dell’associazionismo e della società civile che hanno sempre dato una risposta entusiastica alle numerose iniziative della Scuola, partecipando con particolare interesse e mostrando vicinanza ed affetto nei confronti dell’Arma Azzurra.

Il Col. Gigante si è infine rivolto al personale, militare e civile, della Scuola Specialisti rendendogli merito per i risultati conseguiti insieme, per “aver internazionalizzato la Scuola, averne dato il rango universitario, essersi preparati alla certificazione ai sensi delle direttive europee quale Maintenance Training Organization, avere fatto tanta beneficenza e donazioni, in definitiva per essere stati rilevanti e  aver esportato il nome degli Specialisti di Caserta in tutto il Paese”.

Il Tenente Colonnello Roberto Impegno, nel suo primo intervento quale Comandante della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, ha prima ringraziato il Comandante delle Scuole/3a Regione Aerea di Bari per la fiducia accordatagli e ha poi rivolto il suo personale saluto al Col. Nicola Gigante e ai suoi predecessori: “La mia azione di comando sarà in continuità con la Tua e sempre in continuità con quanto tu hai fatto, cercheremo – con coraggio ed iniziativa – di rendere questo Istituto sempre più strategico, determinante e utile alla Forza Armata e al Paese”.

Egli ha poi ringraziato le Istituzioni locali che, con la loro presenza, hanno reso tangibile la solidità dei rapporti tra l’Aeronautica, la città di Caserta e gli altri Enti del territorio: “Tali rapporti hanno radici lunghe e profonde che vanno custodite, possibilmente rafforzate, nel mutuo interesse. In particolare, in questo momento inedito per il Paese, con una pandemia i cui giorni peggiori speriamo tutti di avere alle spalle ma che dobbiamo ancora combattere, sono convinto che gli ottimi rapporti costruiti nel tempo continueranno a dare i loro frutti e saranno ancora più utili e funzionali, nell’interesse di questo nostro splendido Paese”.

Infine, il T.Col. Impegno si è rivolto al personale della Scuola Specialisti: “Nutro una grande passione per l’insegnamento e la formazione in genere. La passione è sempre il motore principale del nostro agire. Sono convinto che la quota parte principale di questa Scuola siete voi. Io farò di tutto perché tra qualche anno possiate voltarvi a guardare il lavoro che avremo fatto insieme ed  esserne orgogliosi per aver rafforzato il ruolo della Scuola in ambito Forze Armate, Paese e, possibilmente, anche oltre. Gli Italiani , ce lo dice la Storia, sono capaci di trasformare le difficoltà in opportunità e dal momento particolare che stiamo vivendo ne usciremo più forti, determinati e vitali di prima”.

Il Generale di Squadra Aerea Aurelio Colagrande, Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3a Regione Aerea, nel suo discorso, dopo aver salutato la Bandiera d’Istituto della Scuola, decorata di Medaglia di Bronzo al valor civile e le autorità presenti in rappresentanza delle Istituzioni e della società civile di Caserta e Provincia, ha ripercorso le tappe e gli importanti obiettivi raggiunti dalla Scuola Specialisti, nei ultimi due anni e mezzo, fra i quali particolare rilievo assume lo sviluppo e l’attuazione del primo corso per manutentori per il personale della Kuwait Air Force, un progetto che vedrà formati circa 300 militari tra ufficiali e sottufficiali. Egli ha inoltre aggiunto: “Vorrei sottolineare il ruolo sempre più rilevante che la Scuola ha assunto nell’ambito delle attività di formazione grazie anche alla sottoscrizione, qualche settimana fa, dell’Accordo Quadro con l’Università della Campania Luigi Vanvitelli. La firma dell’accordo rappresenta da una parte il punto di arrivo di un percorso di avvicinamento iniziato tempo fa, durante il quale ci si è resi conto che queste nostre Istituzioni, la Scuola Specialisti e l’Università della Campania, avevano un comune interesse a collaborare in diversi settori di rispettiva competenza. Dall’altra parte rappresenta un punto di partenza perché fornisce una cornice giuridico legale, ben definita e di lungo termine, all’interno della quale potranno trovare spazio accordi tecnici di dettaglio nei campi della formazione, della didattica e della ricerca scientifica”.

La cerimonia si è poi conclusa con la tradizionale firma dell’albo d’onore da parte del Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3a Regione Aerea.La Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, con sede a Caserta, è un Istituto militare di istruzione per le attività di formazione basica iniziale, formazione tecnica specialistica, addestramento, aggiornamento, specializzazione, qualificazione e ricondizionamento del personale dell’Aeronautica Militare, delle Altre Forze Armate, Corpi Armati e non dello Stato, nonché di personale di Forze Armate estere. Dipende gerarchicamente dal Comando Scuole A.M./3^ Regione Aerea di Bari.

Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6146 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

I segreti di Malacrescita, Mimmo Borrelli nel Salotto a Teatro

Magi Petrillo -Lunedì 20 gennaio alle ore 18,30 al Teatro Comunale di Caserta nuovo appuntamento del ciclo “Il Salotto a Teatro”, incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico. Ospite de “Il Salotto a Teatro”, curato

Cultura

Caserta. Il sound di Mantovanelli è per Maria, l’ancilla Domini

Maria Beatrice Crisci – Rientra nel programma casertano Happy Theatre, Comunalia 2017/18, il concerto dedicato alla Madonna e più in generale alle donne e alle madri. Il titolo è “Ecce Ancilla Domini.

Primo piano

Opus, il nuovo format teatrale di Fabbrica Wojtyla a Napoli

Pietro Battarra – Opus è il nuovo ed originale format teatrale di Fabbrica Wojtyla firmato da Patrizio Ranieri Ciu ed ambientato nella chiesa museo di S. Giovanni a Carbonara sotto l’egida del Comune di Napoli.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply