Ateneo Vanvitelli, a Lettere libri sotto l’Albero di Natale

Ateneo Vanvitelli, a Lettere libri sotto l’Albero di Natale

Emanuele Ventriglia -Regali sotto l’albero dell’Università degli Studi della Campania «Luigi Vanvitelli». Presso il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali, si è tenuto per il secondo anno un Secret Santa, scambio di doni al buio: circa cinquanta studenti hanno ricevuto in dono dei libri che i loro stessi professori del dipartimento hanno incartato e messo a disposizione sotto l’albero allestito nell’atrio.
Il professore Giulio Sodano, direttore del Dilbec, ha estratto personalmente i nominativi degli studenti, sorteggiati tra coloro che si sono iscritti all’iniziativa nei giorni scorsi. Dichiara: «Ci è sembrata una cosa carina lo scorso anno, quindi abbiamo deciso di rifarlo. Questa iniziativa ci permette di rafforzare ancor di più il legame tra noi docenti e gli studenti, caratteristica fondamentale del nostro dipartimento».

About author

emanuele ventriglia
emanuele ventriglia 364 posts

Emanuele Ventriglia - Musicista e cantautore, studia la chitarra e canta fin da bambino. Iscritto alla facoltà di Lettere Moderne dell'Università Vanvitelli, ama l’arte e la creatività in tutte le loro forme. Oltre al portare avanti il suo progetto musicale, ha avviato un percorso di formazione di Marketing e Comunicazione.

You might also like

Cultura

Maddaloni, Germogli di convivialità in una sera di mezza estate

Maria Beatrice Crisci  – L’associazione Germogli di Maddaloni ha organizzato per domani alle 20 presso il cortile di via Pignatari 4 l’evento «In una sera di mezza estate». Spazio alle poesie,

Primo piano

Gli Scacchi, cena di solidarietà di Slow Food per la Romagna

Redazione -Giovedì 20 luglio a “Gli Scacchi”, nella nuova cornice di Caserta, la prima cena in Campania dell’Alleanza Slow Food per contribuire agli aiuti per la Romagna, duramente colpita dagli

Primo piano

Antimo Cesaro: “Il patrimonio culturale come risorsa”

“Grazie anche agli stimoli arrivati dalla Commissione Europea, finalmente nel nostro Paese si è cominciato a considerare il patrimonio culturale come un risorsa strettamente correlata al proprio territorio di appartenenza,