Befana a quattro zampe, la pioggia non ferma la solidarietà

Befana a quattro zampe, la pioggia non ferma la solidarietà

(Comunicato stampa) -Quest’anno la Befana ha fatto tappa anche al canile e gattile municipale di Caserta. Tantissime le donazioni ricevute dai ragazzi dell’associazione V.O.CE che nonostante il maltempo, in occasione della chiusura delle festività natalizie si sono recati a far visita ai pelosetti meno fortunati della loro città per la consegna di cibo e beni di prima necessità. “Alla richiesta di aiuto in sostegno dei nostri amici pelosi abbiamo ricevuto una risposta straordinaria, sintomatico della grande generosità e del cuore immenso dei nostri concittadini, nella convinzione che con il loro esempio questi eventi siano sempre più frequenti” afferma il Presidente Eliana Colamatteo. La solidarietà è contagiosa come sottolinea il Vice presidente Gina Pignataro: “Siamo stati molto toccati dalla vostra generosità e dal vostro sostegno. Grazie a voi, abbiamo raccolto una somma significativa che ci ha permesso di fornire ai nostri amici a 4 zampe tutto ciò di cui hanno bisogno. Grazie per averci permesso di fare la differenza.” La realizzazione dell’evento è frutto della grande sinergia tra diverse realtà associative ed i cittadini del territorio molto sensibili al tema quali  Osservatorio Giuridico Italiano, Direzione Futuro, Fabbrica Wojtyla, F.I.D.C.A., Nati Liberi, Angeli odv ed il cons. P. Santonastaso.

About author

You might also like

Primo piano

Caserta, al Monumento gli eroi della notte prima degli esami

Enzo Battarra Era il marzo 1984 quando Antonello Venditti iniziò a intonare “Notte prima degli esami”, ma non avrebbe mai immaginato di inventare una moda, un lessico, una botta di

Pet

Amici a quattro zampe, ecco i consigli dopo il lockdown

Simone Lino (addestratore cinofilo, esperto di pet therapy)  – Ora che abbiamo superato il periodo di chiusura forzata (lockdown), le passeggiate e la possibilità di effettuare gite con i nostri

Primo piano

C’era una volta la Rivoluzione, ma ora chi prende la Bastiglia?

Enzo Battarra, illustrazione di Giancarlo Covino – Il 14 luglio è la presa della Bastiglia.  Ovvero l’apoteosi della Rivoluzione francese. Correva l’anno 1789. È una data che va ricordata. Quel motto imparato a scuola