Brividi d’Estate, all’Orto Botanico va in scena il teatro

Brividi d’Estate, all’Orto Botanico va in scena il teatro

Pietro Battarra

– Un palcoscenico naturale per la rassegna estiva di spettacoli, musica e giochi «Brividi d’Estate 2018». Così il Real Orto Botanico di Napoli che sabato 14 e domenica 15 luglio alle ore 21, ospita “Tu, mio” dall’omonimo testo di Erri De Luca, con Nico Ciliberti e le musiche dal vivo di Giacinto Piracci, per la regia di Annamaria Russo.

Il ragazzo e il mare: si può racchiudere così l’avventura di un’estate definitiva per un adolescente degli anni Cinquanta. Il lento addestramento alla pesca, le conversazioni sulla guerra con il pescatore, che è stato soldato sul fronte orientale, l’isola del sud aspra e fertile. Tutto questo ‘predispone’ l’incontro con una ragazza di qualche anno più grande di lui, venuta a far vacanza al mare e che, per uno strano sortilegio, vede rivivere nel ragazzo il fantasma del padre ucciso dai tedeschi.

Il ragazzo reagisce con timidezza d’amore e con l’assillo di un’indagine per forzare il segreto contenuto in lei. E il segreto si aprirà come una serratura in un punto, nel nome. Glielo rivelerà il pescatore.

“Tu, mio” è un racconto di superamento della cosiddetta ‘linea d’ombra’, centrato sul passaggio dai privilegi dell’adolescenza alla ruvidezza della maturità. “La scelta di mettere in scena di Tu, mio – si legge in una nota – parte da un ricordo, da quella malinconia dolce che ti scivola addosso quando spalanchi una porta del passato. Il racconto di Erri De Luca ha funzionato da chiave. Le sue parole asciutte, ruvide, che non concedono mai nulla alla facile commozione, hanno forzato la serratura che custodiva memorie di un tempo lontano, eppure più vivido del presente”.

Tu, mio è una storia d’amore struggente, una corsa a perdifiato verso la fine di un amore senza fine. E’ dolore stretto dentro i pugni di una vita che non lascia alternative, la voglia di riscrivere una storia con l’incoscienza della giovinezza, il desiderio disperato di riscattare la morte con l’amore.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8264 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Economia 0 Comments

Passaggio generazionale e tutela del patrimonio. Il convegno

Maria Beatrice Crisci – “Il passaggio generazionale, strumenti civilistici e profili fiscali per la tutela del patrimonio aziendale, familiare e personale”. Sarà questo il tema del convegno organizzato dall’Ordine dei

Primo piano 0 Comments

Infanzia e adolescenza. 200 casi di maltrattamenti in famiglia

“L’incontro organizzato dal garante per l’infanzia e l’adolescenza presso il consiglio regionale ci ha messo davanti a una realtà spesso sottaciuta. Accendere un faro su realtà così complicate, come il

Primo piano 0 Comments

Le elezioni sono on air su Ondawebtv

Le elezioni del 5 giugno sono in onda, sono on air   OndaWebTv è pronta per raccogliere le sfide elettorali dei candidati in onda, donne e uomini pronti alla competizione.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply