Carditello, al via i lavori di restauro e valorizzazione del Sito

Carditello, al via i lavori di restauro e valorizzazione del Sito

Claudio Sacco

 – cavalli di persano - carditelloCarditello, ci sono novità per il Real Sito.  E’ di oggi, infatti, la notizia della consegna dei lavori di restauro conservativo e di valorizzazione del Real Sito, finanziati con i Fondi PON FESR 2014-2020.

Un importante traguardo che segna l’avvio di un periodo di cambiamenti che trasformeranno in maniera significativa il complesso borbonico situato nella provincia di Caserta.

La Reggia, infatti, animata ogni settimana da eventi, incontri, concerti e attività promosse dalla Fondazione Real Sito di Carditello, era da tempo in attesa dell’avvio dei lavori di restauro progettati dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento.

I responsabili del raggruppamento di ditte aggiudicatario dell’intervento di restauro, composto da Ada Restauri, RCR-Recupero Consolidamento Restauri e Intec, sono stati salutati ufficialmente dalla Fondazione e dal Direttore dei lavori, architetto Giuseppina Torriero, proprio a Carditello, in una riunione che sancisce l’avvio formale dei lavori.

carditello 2L’auspicio del Presidente della Fondazione, Luigi Nicolais, è di “lavorare in stretta collaborazione con le ditte di restauro e con la Soprintendenza, per programmare un piano dei lavori che consenta di rendere sempre fruibile e visitabile il Real Sito di Carditello”.

Queste le parole del Direttore della Fondazione, Roberto Formato: “Se la procedura di aggiudicazione della gara non è stata delle più semplici a causa dei ricorsi che restituiscono l’idea del grande interesse suscitato dal complesso monumentale, ci auguriamo che l’esecuzione dei lavori possa diventare un’occasione per il Real Sito di offrire al pubblico un punto di vista nuovo, rendendo i visitatori partecipi di questa fase di work in progress”.

Intanto, il Real Sito ha già ricevuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali l’assegnazione di ulteriori finanziamenti mirati sia alla rifunzionalizzazione degli ambienti che per ulteriori interventi di restauro e finanziamento.

 

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7642 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura 0 Comments

La Capua che fa cultura, weekend vissuto tra Placito e Mozart

Luigi Fusco – È stato un weekend ricco di appuntamenti e di momenti significativi per l’arte e la cultura capuana. Grande successo di pubblico alla rievocazione del Placito, all’indomani del

Attualità 0 Comments

Caffè? Qui a Caserta sgorga dalle fontane della Reggia

(Enzo Battarra) – E’ una macchina per espresso ma è diventata in pochi giorni un cult casertano. Michele Sacco, patron del bar Mon Rêve di corso Trieste, ha avuto un’intuizione,

Primo piano 0 Comments

Sistema Moda. L’indirizzo più fashion è all’Iti Giordani

Claudio Sacco -Nasce all’Itis Giordani di Caserta guidato cdalla dirigente Antonella Serpico un nuovo indirizzo di studio. Va detto che l’ITI-LS “F.Giordani”, sempre sensibile alle richieste derivanti dal territorio, e

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply