Carpine Visciano, al via la II edizione del Premio Giornalistico

Carpine Visciano, al via la II edizione del Premio Giornalistico

-Ritorna a Visciano il premio giornalistico “Carpine Visciano”. Dopo il successo dello scorso anno l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Sabatino Trinchese in sinergia con la ProLoco cittadina presieduta da Claudio Napolitano rinnova l’appuntamento con la carta stampata, il web e la televisione per premiare l’impegno sociale di quanti dedicano il loro tempo a garantire un’informazione libera che dia voce agli ultimi, agli invisibili.

Destinatari del progetto sono i professionisti della comunicazione, regolarmente iscritti all’albo dei giornalisti che, nel periodo compreso tra il primo gennaio e l’11 settembre 2023, hanno realizzato articoli (cartacei o per il web) e/o servizi televisivi/radio facendosi promotori di una comunicazione sociale ispirata ai temi di inclusione e di integrazione contro ogni forma di discriminazione.

Il bando, che gode del patrocinio della Città Metropolitana di Napoli e dell’Ordine dei Giornalisti della Campania guidato da Ottavio Lucarelli, è infatti diviso in due sezioni: carta stampata/web e radio e televisione.
Gli elaborati dovranno pervenire entro il 18 settembre all’indirizzo pec proloco.visciano@pec.it

Due i premi in palio, ciascuno del valore di cinquecento euro.

“Un appuntamento che si rinnova nel segno dei valori dell’integrazione e della denuncia sociale – spiega il sindaco Sabatino Trinchese – ben consapevoli della missione a cui sono chiamati i professionisti della comunicazione, diamo voce agli ultimi, agli invisibili, alle storie dimenticate per tenere alta l’attenzione sui temi di attualità”.

“Un nuovo impegno che è anche l’occasione per ricordare il messaggio di Padre Arturo D’Onofrio in chiave moderna mediante i potenti mezzi dell’informazione – aggiunge il presidente della Pro Loco Claudio Napolitano – saranno tre giorni, dal 28 al 30 settembre, di alti contenuti culturali con testimonianze dirette di storie vere”.

Ecco il link per il bando
https://www.premiocarpine.it/

Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9778 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

Teatro Pubblico Campano. Un Fondo di Garanzia per le Idee

Il Teatro Pubblico Campano, nella doverosa e sensibile considerazione di questo particolare transito storico, ha voluto istituire, attraverso Nuove Sensibilità 2.0, un vero e proprio Fondo di Garanzia per le Idee, un fondo

Comunicati

Prevenzione, la rete istituzionale servizi lavoratori, giovani e aziende

(Comunicato stampa) -Una vera e propria rete, che mette insieme tutti gli attori del territorio al fine di potenziare una serie di servizi rivolti ai cittadini casertani, soprattutto in materia

Attualità

Il bombardamento a Caserta 80 anni fa, la lapide in Cattedrale

Maria Beatrice Crisci – Si è rinnovato stamattina nella chiesa cattedrale di Caserta il momento di preghiera in memoria delle 300 vittime dell’incursione aerea degli Alleati sulla città del 27