C’è l’accordo. Detenuti al lavoro nel Parco della Reggia

C’è l’accordo. Detenuti al lavoro nel Parco della Reggia

(Redazione) – Siglato un protocollo d’intesa tra la Reggia di Caserta e la Casa di Reclusione di Carinola per un progetto di pubblica utilità, che prevede attività a titolo volontario e gratuito da parte di detenuti ammissibili all’articolo 21 e recente modifica della legge 26.7.1975 numero 354, finalizzato al miglioramento delle condizioni di vita di chi sta scontando la propria pena, con l’interesse a una più agevole fruizione del patrimonio culturale dello Stato e delle aree a verde.

Il progetto della durata di sei mesi rinnovabili parte da oggi 9 agosto e vede otto detenuti impegnati in attività di pulizia e bonifica delle aree del Parco. I lavori sono iniziati nelle zone a ridosso di corso Giannone per poi proseguire in altri luoghi del giardino individuati dalla Direzione della Reggia.

Proprio il direttore Mauro Felicori ha affidato le sue impressioni a un post su Facebook: “Confesso che mi sono un po’ commosso stamattina mentre salutavo e ringraziavo gli otto detenuti della casa di reclusione di Carinola che da oggi ci aiutano nella manutenzione del Parco; mi ha dato fiducia vedere l’impegno e la precisione con cui lavorano, sapere che con questo progetto facciamo bene due volte, sia alla Reggia che a queste persone, che possono trovare nuove motivazioni e prepararsi alla piena libertà”.

La soddisfazione del Direttore è ben comprensibile. Questa è la prima volta che in un sito Unesco si svolge un’attività socio-educativa dall’alto valore anche simbolico, tendente al reinserimento sociale di persone in stato di detenzione. E Felicori conclude con i ringraziamenti e gli apprezzamenti: “Grazie a Carmela Campi, lungimirante direttore del carcere, e all’Associazione Amici della Reggia di Caserta che con Md Supermercati spa e Banca di Credito Cooperativo Terra di Lavoro San Vincenzo de’ Paoli di Casagiove sostengono tutti i costi vivi del progetto, bravo Leonardo Ancona che ci ha creduto e ha superato ogni ostacolo e a Domenico Vallone che ho visto all’opera come giardiniere‪ #‎fiduciacaserta‬“.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8916 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Università e sistema dell’arte, nostro lavoro contemporaneo

(Claudio Sacco) – Il job placement di Ateneo ha organizzato, tra il 13 e il 15 marzo, “Contemporaneo al lavoro”, tre giornate dedicate alle professionalità e alla domanda di lavoro

Primo piano

AAA Cercasi disability manager al comune di Caserta

-Indetto l’avviso pubblico per la carica di disability manager presso il Comune di Caserta. Lo rende noto il dirigente del Servizio Politiche Sociali, l’ingegnere Francesco Biondi. Gli interessati alla nomina,

Attualità

4 Novembre, Caserta celebra il valore dell’Unità Nazionale

Maria Beatrice Crisci -Anche Caserta ha reso omaggio ai caduti oggi 4 novembre, Giorno dell’Unita Nazionale e Giornata delle Forze Armate. La cerimonia come da tradizione al Monumento ai Caduti