Cervino. Attesa per il presepe vivente, in scena il 30 dicembre

Cervino. Attesa per il presepe vivente, in scena il 30 dicembre

(Comunicato stampa) -Cervino riporta alla luce la Betlemme di duemila anni fa: in scena la prima edizione del Presepe Vivente, promosso e organizzato dall’Associazione “CerMes For Arte e Cultura”, nella persona del presidente Enzo Razzano, in collaborazione con il sindaco Giuseppe Vinciguerra e l’Amministrazione, nella persona dell’assessore allo Spettacolo Rosalinda Razzano. Il grande evento, fissato nell’unica data di sabato 30 dicembre, sarà presto in fase di preparazione lungo le strade e le piazze del centro storico del Comune, diramandosi per un chilometro nel suo suggestivo e scenografico allestimento. La rappresentazione, resa ancora più realistica dall’antico e caratteristico borgo della cittadina, situata nel cuore della Valle di Suessola, si tradurrà in una fedele rievocazione storica, coinvolgendo i presenti in un’esperienza senza tempo. Il percorso, strutturato su un’area urbana, che da via Toniolo, punto di partenza, si estenderà fino a Traversa Scarani, nella parte alta del paese, sarà attraversato da quaranta postazioni. Dalle ore 18, le arti e i mestieri di un tempo, sapientemente ricostruiti e interpretati da più di duecento figuranti, si susseguiranno, una tappa dopo l’altra, in un itinerario delineato per guidare lo spettatore in uno scenario unico e sorprendente. Cittadini e visitatori si caleranno in un’atmosfera allineata con la vera essenza del Natale, trovando un importante pezzo di tradizione intervallato da sonorità e sapori locali. Saranno presenti artisti noti nel campo della cultura teatrale e musicale, che sapranno valorizzare ulteriormente la manifestazione. Comporranno il parterre di ospiti: Roberto Colella, compositore, polistrumentista e frontman de ‘La Maschera’; Luca Rossi, attore ed esponente, tra i più rappresentativi, della tammorra; Tamborea, gruppo di voci, suoni e danza a vocazione popolare; Suonatori per caso, musicisti e promotori delle radici culturali del Sud Italia; Carla D’Orio, attrice e interprete della sceneggiata napoletana; Annalisa di Pinto, violinista. Lungo il percorso saranno, inoltre, installati stand enogastronomici di prodotti tipici e specialità del territorio, capeggiati dalla riconosciuta professionalità di Sabatino Cillo. L’olio sarà uno dei principali protagonisti del gusto, in un contesto produttivo riconosciuto, oramai, su larga scala per la qualità certificata. È prevista una quota simbolica di accesso, pari a 3,00 euro, comprensiva di un calice di vino. Sarà possibile acquistare il ticket online, sul sito ufficiale presepeviventecervino.it, tramite i canali social o in loco, presso la biglietteria.

About author

You might also like

Primo piano

26 luglio, Sant’Anna. Nell’anno del covid una festa silenziosa

Maria Beatrice Crisci, foto di Bruno Cristillo -Oggi 26 luglio, festa di Sant’Anna. Ma non sarà una ricorrenza come gli altri anni. L’emergenza Covid 19 ha condizionato anche questi festeggiamenti. La

Arte

Gennaro santo contemporaneo, così lo vede Walter Pascarella

Enzo Battarra – Opere di Walter Pascarella –San Gennaro è Napoli. La sua immagine è simbolo di una città e di un intero territorio. Il 19 settembre si celebra la

Arte

Te piace ‘o presepe? Alla Reggia di Caserta è a tempo di rock

Maria Beatrice Crisci – “Come on, baby! è un’opera d’arte o meglio un presepe contemporaneo voluto in particolare da Vincenzo Mazzarella che ha invitato Mimmo Di Dio a rielaborare alla