Crisi sanità privata, istituito un tavolo tecnico operativo

Crisi sanità privata, istituito un tavolo tecnico operativo

(Redazione) – Verrà istituito un tavolo tecnico operativo sotto l’egida politica della Giunta Regionale, con i rappresentanti della Regione Campania, le organizzazioni sindacali di categoria e confederali (Cgil, Cisl, Uil e Ugl), l’Aiop, l’Unione Industriali sezione sanità e le altre associazioni di categoria coinvolte, per definire un percorso diretto alla risoluzione della crisi della sanità privata-accreditata.

Il direttore generale per la Tutela della Salute Antonio Postiglione, prendendo atto di quanto rappresentato dalle delegazioni sindacali Cisl e Uil, ha concordato un primo incontro da tenersi mercoledì 16 novembre alle ore 11 presso gli uffici della direzione per la tutela della salute in Regione Campania. Si stanno ponendo quindi le basi per la salvaguardia dei livelli occupazionali, il recupero degli arretrati e la discussione sulla sospensione del servizio.

Questo primo passo verso un’intesa è scaturito dopo che in mattinata, a seguito del rinvio del 17 ottobre, si era tenuto un presidio dei lavoratori dinanzi al Consiglio della Regione e all’Assessorato del Commissario ad Acta per il Piano di Rientro, presieduto dai Commissari Joseph Polimeni e Carlo D’Amario.

Proprio in coda al presidio, i rappresentanti sindacali Cisl e Uil Fp regionali e provinciali sono stati ricevuti dal Direttore generale per la Tutela della Salute. Sul tavolo della discussione sono stati posti le problematiche imminenti la salvaguardia dei livelli occupazionali e l’equilibrio del sistema “sanità privata”.

Questa la dichiarazione di Nicola Cristiani, segretario generale della Cisl Fp: «Abbiamo manifestato le difficoltà, i momenti drammatici che stanno vivendo gli operatori della sanità privata senza stipendio da mesi e con la sospensione delle attività, come si sa, dovuta ai tetti di spesa. Moltissime case di cura, centri di riabilitazione e laboratori di analisi a rischio chiusura e licenziamento dei propri dipendenti. Ancora una volta con forza la Cisl Fp ha posto l’accento sul “caso Caserta”, la nostra – ha ribadito Cristiani – è l’ultima delle province della regione Campania, penalizzata in risorse economiche e posti letto, penalizzata in sostegno all’assistenza privata e pubblica. I cittadini al momento infatti sono privi dell’assistenza prevista e il servizio pubblico non riesce a garantire un’assistenza generale sistematica, considerate anche tutte le pregresse difficoltà già esistenti durante l’anno, con carenza di personale, di strumenti e di tecnologia. Abbiamo sì ottenuto un tavolo col presidente De Luca, ma in particolare abbiamo stigmatizzato l’atteggiamento e la posizione della struttura commissariale di Polimeni e D’Amario che paiono non rendersi conto che in questo momento la provincia di Caserta rappresenti un territorio già carente di servizi e strutture e assolutamente non può perdere l’assistenza sanitaria».

Sempre stamani i delegati sindacali, nello stigmatizzare l’assenza del Commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di Rientro, hanno altresì rappresentato la preoccupazione per la tutela dei diritti dei lavoratori afferenti alle strutture della sanità privata accreditata evidenziando le ataviche problematiche che si ripercuotono gravemente sul lavoratore come il ritardo dei pagamenti degli stipendi, il rischio per gli stessi della cassa integrazione, la questione degli arretrati contrattuali, l’applicazione e il rispetto del CCNL, il dumping contrattuale con le inevitabili ripercussioni sui livelli occupazionali, ribadendo che queste problematiche si ripercuotono gravemente sulla mancata applicazione dei LEA.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9735 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Umanesimo e ambiente, la Nuova Accademia Olimpia ne parla

Regina Della Torre – Terzo incontro dell’anno per la Nuova Accademia Olimpia, presidente Renato Fedele. L’appuntamento è per sabato 10 marzo alle ore 18,30 presso il Liceo Statale Alessandro Manzoni di Caserta. Felice Santaniello,

Primo piano

XV Giornata del Sollievo. Anche il nosocomio casertano aderisce

Il Comitato “Ospedale senza  dolore” dell’Azienda ospedaliera “Sant’Anna e  San Sebastiano” di Caserta e le associazioni di volontariato presenti nel nosocomio hanno aderito alla celebrazione della “XV Giornata del Sollievo”

Primo piano

Ospedale di Caserta, un concorso riservato ai disabili

Claudio Sacco – La notizia arriva dall’Ospedale di Caserta, ovvero un concorso tutto dedicato ai disabili. È quanto ha deliberato l’Azienda casertana “Sant’Anna e San Sebastiano”. Infatti, per volontà del direttore