Da Caserta a Torino, gioco di ruolo per delitto misterioso

Da Caserta a Torino, gioco di ruolo per delitto misterioso

Un viaggio culturale e gastronomico nella Torino esoterica di fine 800, il tutto arricchito con vestiti, musiche e menù dell’epoca. È il nuovo percorso di studi proposto dall’Osservatorio Giuridico Italiano, che offrirà a tutti i partecipanti la possibilità di poter vivere in un luogo suggestivo momenti indimenticabili.

Nella prima giornata, i partecipanti saranno coinvolti in un’avvincente indagine durante la quale, in una cena ambientata in un salotto letterario della Torino bene di fine 800, essi saranno alla ricerca del colpevole di un misterioso delitto. Al confine tra misticismo, criminologia e realtà, ciascuno metterà alla prova le proprie abilità investigative. La seconda giornata sarà, invece, rivolta alla scoperta del simbolismo della Torino esoterica, attraverso un percorso che toccherà i punti magici della città.

L’OGI ha inteso racchiudere in una due giorni un percorso di studi solitamente realizzato attraverso lezioni d’aula e frontali. Il primo giorno, infatti, attraverso un role playing o gioco di ruolo che si svolgerà nella casa di un celebre personaggio storico, i partecipanti saranno i protagonisti e gli osservatori di interessanti dinamiche di gruppo. Il secondo giorno, invece, l’aula diverrà la città di Torino, dove direttamente in loco saranno appresi i primi erudimenti sull’antico simbolismo esoterico. Torino, città magica per eccellenza, oltre a essere la sede di numerose opere artistiche, monumenti e luoghi simbolici, è anche parte dei due celebri triangoli della magia bianca (Lione, Praga, Torino) e della magia nera (Londra, San Francisco, Torino). Fra i relatori il professore Alessandro Meluzzi, noto psichiatra e criminologo, e l’avvocato casertano Tiziana Barrella, esperta in linguaggio del corpo e simbolismo antico.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7157 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

Lavorare all’ombra, la nuova moda del Job shadowing

(Francesco Nacchia*) – La lingua italiana è ben nota per la sua permeabilità verso le lingue straniere che da sempre, ed in particolare dagli anni ’80 a questa parte, hanno

Primo piano

A teatro è tempo di fare salotto, ecco Tato Russo al Comunale

(Claudio Sacco) – Attore, con un’attitudine al palcoscenico straordinaria. Ma anche regista e scrittore di teatro. Tato Russo sa essere protagonista dentro e fuori la scena. Cosa racconterà mai a Maria

Cultura

“Book & Bed” a Napoli. La lettura? Su un comodo materasso

Mario Caldara – “Dormire, forse sognare”. La citazione, di shakespeariana memoria, è stata presa impropriamente dal suo contesto originario, quel soliloquio di Amleto aperto dalla famosa battuta “To be or

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply