Diabete day, al Liceo Manzoni il patto tra scuola e famiglia

Diabete day, al Liceo Manzoni il patto tra scuola e famiglia

Maria Beatrice Crisci

parillo- vairo– «Questo istituto, il liceo “Alessandro Manzoni” di Caserta, da sempre attento alle problematiche anche a carattere sociale, è Cts, ovvero Centro Territoriale di Supporto, per l’inclusione e Scuola Polo per l’inclusione. Da qui la scelta di promuovere un convegno che avesse come tema il diabete». Così Adele Vairo, dirigente del liceo Manzoni di Caserta e presidente del Cts in apertura del convegno sul tema “Diabete mellito. Scuola e società”. A lei il merito di far coincidere la data dell’incontro con la Giornata mondiale del diabete che si celebra il 14 novembre. Quest’anno, in particolare, la Giornata del diabete 2018 è stata dedicata alla famiglia come “culla della prevenzione”.  Con la preside Vairo, un parterre di rango, a partire dal presidente della sezione campana della SID, la Società Italiana Diabetologica, il dottor Mario Parillo. Gli altri relatori sono la psicologa Paola Spagnoli, il medico legale Raffaele Landi e il coordinatore scientifico del CTS di Caserta Fausta Sabatano.

manzoni studentiIl dottore Parillo ha sottolineato: «È importante che la scuola e in particolare gli insegnanti abbiano delle conoscenze sul diabete mellito, specie quello di tipo 1, perché è questo tipo di diabete a insorgere in età giovanile e a necessitare sin dagli inizi di terapia insulinica. Gli insegnanti devono conoscere le caratteristiche generali della malattia, ma anche gli eventuali problemi della terapia insulinica, in modo particolare il riconoscimento e il trattamento dell’ipoglicemia. A questo scopo è necessaria una collaborazione tra la famiglia del paziente, il diabetologo e la scuola». E qui ci sono gli aspetti legati all’inclusione. La conoscenza della malattia aiuta l’inserimento del paziente diabetico nella classe. Infatti, è essenziale che lo studente non si senta diverso dai suoi coetanei. La non conoscenza o la cattiva conoscenza della malattia può portare a creare dei pregiudizi degli insegnanti e dei compagni di classe che provocano incomprensione e isolamento del bambino diabetico.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7519 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Jorit nel mondo della moda, una sua opera all’outlet La Reggia

Maria Beatrice Crisci – L’outlet La Reggia Designer continua a promuovere l’arte. Vero è che dal prossimo 16 maggio e fino al 21 il lavoro del grande street artist internazionale

Attualità 0 Comments

Batò Naples, alla scoperta della Partenope che guarda il mare

Enzo Battarra  (ph Pino Attanasio)  – È il Batò Naples, versione partenopea del bateau-mouche di parigina memoria. Ma in napoletano l’espressione “mouche” suona come “moscio”, flaccido. Non proprio una prerogativa positiva.

Primo piano 0 Comments

“Ce’ Musica”, il jazz del Feelix DayTwenty9 ora in modalità Tv

Magi Petrillo Il Feelix DayTwenty9 di via Marchesiello a Caserta riparte domani martedì 9 giugno in modalità tv. Dopo il periodo di lockdown, il noto jazz club casertano si trasforma in un

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply