Ernesto Rossi, quel pezzo di Caserta a Ventotene

Ernesto Rossi, quel pezzo di Caserta a Ventotene

(Enzo Battarra) – C’è un pezzo di Caserta, un pezzo importante, in quel Manifesto di Ventotene, tanto citato in questi giorni dai media internazionali grazie al vertice voluto da Matteo Renzi insieme con Angela Merkel e François Hollande a bordo della portaelicotteri Garibaldi, attraccata proprio lungo la costa dell’isola dell’arcipelago pontino.

Quel pezzo importante si chiama Ernesto Rossi. Nacque proprio a Caserta il 25 agosto 1897, quindi in questi giorni si ricordano i 119 anni dalla nascita. Morì a Roma il 9 febbraio 1967. Wikipedia lo descrive come politico, giornalista, antifascista ed economista italiano, attivo nell’ambito del Partito d’Azione e del successivo Partito Radicale, ma soprattutto ricorda che Ernesto Rossi, “con Altiero Spinelli ed Eugenio Colorni è, in Italia, tra i principali promotori del federalismo europeo“. Il Manifesto di Ventotene venne scritto nel mese di agosto del 1941 da Spinelli e da Rossi quando si trovavano confinati nell’isola. Il documento fu pubblicato in clandestinità e curato da Colorni ed è considerato il libro più importante e il testamento morale di Ernesto Rossi.

Targa Rossi

Orbene, non per rinfocolare recenti polemiche sul “deserto casertano” che non meritano più di essere perpetrate per l’infondatezza di elementi validi da parte di chi ha così mal interpretato un territorio fin troppo fertile e certo non desertico, va detto che Ernesto Rossi è un capitale fondativo e culturale dell’Unione Europea. E bene lo sa Gianni Pittella, eurodeputato, presidente del Gruppo S&D, socialisti e democratici, del Parlamento Europeo. Nel suo volume “Breve storia del futuro degli Stati Uniti d’Europa”, scritto insieme con Elido Fazi nel 2013, ricorda la figura centrale del politico casertano, collocandolo nel suo giusto ruolo storico.

Caserta ha ricordato Ernesto Rossi intestandogli una strada e dedicandogli una targa in piazza Vanvitelli, a ricordo di quello che era stato il suo palazzo natale, proprio al fianco del Comune

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7171 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

L’Officina Vanvitelli apre al Belvedere, e laurea Rosita Missoni

Maria Beatrice Crisci –  “Questo è un riconoscimento che è un grandissimo privilegio, perché è un posto unico al mondo”. Così Rosita Missoni che stamattina ha ricevuto dalle mani del

Cultura

Un mese di spettacoli all’aperto, è Napoli Teatro Festival Italia

Maria Beatrice Crisci Presentata in conferenza stampa la tredicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia. L’incontro con i giornalisti si è svolto nel Palazzo Reale di Napoli e in streaming.

Primo piano

Un elefante a corte, quel fascino dell’esotico caro ai Borbone

Luigi Fusco – Presso la Reggia di Caserta sono esposti un dipinto e una piccola scultura in terracotta raffiguranti entrambe un elefante indiano. Nella prima opera, realizzata dal pittore e

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply