Fondazione Mario Diana. Ecco il progetto Il Dado della Terra

Fondazione Mario Diana. Ecco il progetto Il Dado della Terra

Luigi D’Ambra

Settimana intensa per la Fondazione Mario Diana che per la prima volta ha preso parte all’edizione 2017 del Villaggio per la Terra, la manifestazione organizzata da Earth Day Italia e Movimento dei Focolari di Roma – in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente – per celebrare il Pianeta e la sostenibilità. «Da ogni parte continuano a giungerci impressioni e riscontri positivi – commenta Antonia Testa, Responsabile del Movimento dei Focolari di Roma, a poche ore dalla conclusione -. Per questa edizione ci eravamo posti un obiettivo difficile e importante: dar seguito al monito lanciatoci da Papa Francesco cercando di trasformare i deserti in foreste. Ci abbiamo provato con entusiasmo grazie a tutti i partner intervenuti. A evento concluso siamo certi che un tocco di qualità e un contributo enorme siano giunti dalla Fondazione Mario Diana. Forse ancor più delle precedenti edizioni, siamo riusciti a trasmettere ai partecipanti al Villaggio esperienze di buone pratiche e testimonianze di scelte sostenibili. E’ stato come tornare a casa dopo un viaggio durato 12 mesi. Ci siamo ritrovati in una grande famiglia per raccontarci i successi e le difficoltà affrontati durante l’anno e condividere nuovi obiettivi». Per cinque giorni consecutivi, dal 21 al 25 aprile, il Villaggio per la Terra è riuscito nel proposito di trasformare la Terrazza del Pincio e il Galoppatoio di Villa Borghese, a Roma, in un’immensa piazza green animata da musica, laboratori, incontri culturali, flash mob, spettacoli e mostre itineranti.

Per il primo anno, la Fondazione Mario Diana ha partecipato all’evento testimoniando il suo impegno orientato alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile. E’ stata l’occasione per lanciare “Il Dado della Terra” – una delle attività inserite nel progetto educativo “SEGUIMI”. Uno strumento rivolto ai più piccoli per insegnargli attraverso il gioco come potersi comportare senza nuocere all’altro e alla terra, mettendo in pratica le frasi riportate sulle 6 facce del dado. «Abbiamo condiviso una progettualità comune scegliendo di rivolgerci principalmente ai giovani, spinti dalla convinzione che possano rappresentare un cambiamento significativo – ha sottolineato Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italia -. Il Dado della Terra ha avuto un impatto importante e ha diffuso i valori fondativi della nostra missione. Abbiamo lavorato seguendo un unico trait d’union e speriamo che questa condivisione di intenti possa proseguire con nuovi progetti».

«E’ stato incredibile – ha concluso Antonia Testa -: in cinque giorni la Fondazione ha distribuito oltre 2200 dadi e ha arricchito il Villaggio dimostrando che solo con azioni concrete si può fare la differenza. Ai giovani serve l’esempio! E grazie al Dado della Terra e all’intervento del Presidente Antonio Diana abbiamo fatto un salto di qualità dimostrando che insieme, lavorando in squadra, possiamo proseguire con coraggio sulla strada della sostenibilità e dell’integrazione».

Oltre al Dado della Terra, la Fondazione Mario Diana ha scelto di condividere con gli organizzatori e i partecipanti al Villaggio storie di buone pratiche in terra campana. Con Enrico Fontana – Direttore di ‘La Nuova Ecologia’ – sono intervenuti Massimiliano Noviello di Cooperativa Ventuno, una start-up nata per la rivendita di shooper bio della Mater-Bi;  Alfredo Martino di Fresca 24, un’azienda agricola che coltiva e rivende prodotti ortofrutticoli di stagione entro 24 ore dal raccolto; e Massimo Lombardi di 100% Campania, una rete di imprese per il recupero dei rifiuti in carta e cartone e la trasformazione in imballaggi e supporti ecologici e sostenibili.

Condividi questo articolo:

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 5543 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Arte

Prima. L’artista Ivano Troisi alla Galleria Nicola Pedana

Maria Beatrice Crisci – “Prima” è il titolo della mostra di Ivano Troisi che si inaugura sabato 7 aprile alle ore 18,30 presso la galleria Nicola Pedana  in piazza Matteotti

Condividi questo articolo:
Spettacolo

Una Reggia in musica, Caterina Bernardo interpreta Vivaldi

Maria Beatrice Crisci – Le Quattro stagioni di Vivaldi e i brani lirici di Verdi, Bellini, Donizetti e Puccini riecheggeranno alla Reggia di Caserta nella Sala di Alessandro, sotto gli occhi

Condividi questo articolo:
Primo piano

Capodanno, splendono ori e note nella Cappella Palatina

(Redazione) – Un appuntamento immancabile quello del Concerto di Capodanno che anche quest’anno, come da tradizione, è stato ospitato nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta. “Splendori del ‘700 napoletano”

Condividi questo articolo:

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply