Formazione. Ecco i corsi proposti dalla Regione Campania

Formazione. Ecco i corsi proposti dalla Regione Campania

La Regione Campania, nell’ambito della Programmazione Fondo Sociale Europeo 2014- 2020, promuove con 6,5 milioni di euro la qualificazione dell’offerta  formazione tecnica e professionale attraverso gli IFTS (corsi di istruzione e formazione tecnica superiore).

La formazione professionale, sottolinea l’Assessore Marciani, rappresenta il punto di incontro, nonché il collante tra il sistema di istruzione e il sistema economico locale, costituendo un sostegno importante per le filiere produttive esistenti su tutto il territorio regionale.

In particolare, per ampliare la qualità della formazione professionale, la Regione prevede il finanziamento di linee di intervento per gli IFTS nelle seguenti  filiere: ICT, AEROSPAZIO, MARE, SISTEMA MODA, TURISMO E BENI CULTURALI, AGROALIMENTARE

L’ avviso, pubblicato sul Burc del 14 luglio  da un lato mira a creare un legame importante tra le attività economiche, il territorio e il sistema della formazione, dall’altro permette di formare figure professionali, giovani, altamente qualificate, in grado di rispondere ai bisogni provenienti dal tessuto produttivo locale, attraverso l’integrazione tra formazione, impresa e università.

CHI PUO’ PRESENTARE DOMANDA: I progetti devono essere co-progettati, presentati e realizzati da un insieme di soggetti appartenenti ai sistemi dell’istruzione, della formazione professionale, dell’università e del sistema produttivo

CHI POTRA’ PARTECIPARE AI CORSI IFTS: Ai percorsi potranno accedere giovani e adulti, non occupati o occupati in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore. La partecipazione ai corsi IFTS è completamente gratuita.

QUANTO DURANO I CORSI: I corsi durano 800 ore, comprensive di stage, in Italia o all’estero,  la cui durata deve coprire almeno il 40% delle ore di corso.

TITOLO RILASCIATO: Al termine del percorso IFTS, viene rilasciato un ‘Certificato di specializzazione tecnica superiore’ valido su tutto il territorio nazionale con l’indicazione  dei crediti formativi acquisiti spendibili da coloro che volessero continuare gli studi. I crediti formativi sono riconosciuti sia dall’Università, per continuare gli studi universitari, che dalle Regioni se lo studente vuole conseguire qualifiche professionali di II livello

Fonte: comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8439 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Miss Italia 2017. Un maestro del make per le belle in finale

Claudio Sacco – Miss Italia spegne quest’anno settantotto candeline, un traguardo importante per quello che in Italia rappresenta il concorso di bellezza per antonomasia. L’appuntamento è per il  9 settembre prossimo.

Primo piano 0 Comments

Si va in Ri-Creazione, alternanza scuola-lavoro alla Reggia

(Beatrice Crisci) – E’ giunta l’ora della “Ri-Creazione”. Questo il titolo dei percorsi di alternanza scuola-lavoro che vedranno coinvolta la Reggia di Caserta, il cui Ufficio Servizi Educativi ha accolto la

Cultura 0 Comments

Libreria Che Storia, il cucito si fa creativo per miniapprendisti

Claudio Sacco -«Insegnare ai bambini e alle bambine a cucire, una delle abilità manuali per eccellenza, è un ottimo modo per stimolarli a essere attenti, precisi e anche creativi. La

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply