I clown di #SonoSalvo alla Versiliana, l’outfit di Assia Fiorillo

I clown di #SonoSalvo alla Versiliana, l’outfit di Assia Fiorillo

Una canzone, un palco e un messaggio. La canzone è “Qualcosa è andato storto”, il palco è quello del premio Lunezia, il messaggio è che ci sono punti deboli che possono diventare armi preziose. Assia Fiorillo è tra i 10 finalisti del premio Lunezia che si svolgerà domani 31 agosto, nell’ambito della storica rassegna La Versiliana a Marina di Pietrasanta (LU).

L’artista napoletana utilizza spesso l’outfit da palco per inviare messaggi o sostenere cause in cui crede e, per la finale del Lunezia, Assia ha deciso di esibirsi indossando i pagliacci disegnati da Salvo, un bambino di 9 anni che durante il primo lockdown ha cominciato a disegnare clown di vari colori. Salvo ha un disturbo dello spettro autistico. Il fascicolo del neuropsichiatra che lo segue è pieno dei personaggi che disegna dall’età di due anni. I pagliacci del lockdown sono diventati un marchio per le t-shirt SonoSalvo realizzate dalla Coop la “La Forza del silenzio” e dal laboratorio Everytink a Casal di Principe (CE) in un bene confiscato al clan dei Casalesi dove lavorano anche dei ragazzi con disturbo dello spettro autistico. Questa volta i pagliacci si rincorrono e uno di loro a canta “Ua-hoo”, il riff del ritornello della canzone. “È una cantilena contro la sofferenza – spiega Assia Fiorillo – in questo caso per la perdita di un amore. Il suono ha una funzione quasi catartica, oltre ad essere un espediente musicale, e stavolta mi pareva adatto alla storia di Salvo e alla sua poesia che con i clown ci invita ad uscire dalla sofferenza del lockdown salvi”. Assia Fiorillo è una cantautrice napoletana, protagonista del documentario di Raitre Caìne di Amalia De Simone.  Il documentario racconta l’esperienza dell’artista che per mesi ha frequentato due carceri femminili. Ha all’attivo 5 album, è leader della band tutta femminile Mujeres Creando ed è in uscita con un nuovo discodi brani inediti, alcuni tratti dalla colonna sonora di Caìne.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9728 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Il Patrimonio dell’Umanità: siti Unesco in Italia Meridionale

“La cultura dell’associazionismo in provincia di Caserta, a dispetto di una classe politica in attesa, è il vero artefice del nuovo Rinascimento (socio-economico, civile e culturale), da più parti invocato.

Primo piano

Liceo Quercia, è tutto pronto per l’Open day

(Comunicato stampa) -Domenica 21 gennaio 2024, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, si terra’, presso il Liceo “Federico Quercia”, guidato dal Dirigente Scolastico Dott. Diamante Marotta, l’ Open Day aperto

Salute

Paziente immunologico e Covid-19, un webinar per discuterne

Maria Beatrice Crisci – La gestione del paziente immunologico al tempo del Covid 19. Questo il tema del webinar in programma per sabato 13 marzo a partire dalle 9,30 sulla