I Forum di OndaWebTv. Art Bonus: occasione perduta?

I Forum di OndaWebTv. Art Bonus: occasione perduta?

Luca Palermo           Due anni fa il Decreto legge 83 del 2014 fu salutato come il sistema di norme che avrebbe dovuto dare nuovo impulso allo sviluppo del settore culturale in Italia e al rilancio del turismo. Tra le misure contenute nel provvedimento suscitò senza dubbio il maggiore interesse quella contenuta nell’articolo 1, destinato a disciplinare il cosiddetto Art Bonus, cioè il credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura.

Ad ottobre 2015, si legge sulla pagina web del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, quasi 34 milioni di euro sono stati elargiti da 790 “mecenati”. Sembrerebbero numeri da capogiro; tuttavia a un esame più analitico ci si accorge che, escludendo la donazione da 14 milioni di euro in tre anni fatta da Unicredit per l’Arena di Verona, si tratta di piccole e medie donazioni.

A un anno dal suo varo, dunque, i risultati sono in chiaroscuro: a fronte di 184 tra teatri, musei e beni artistici che hanno domandato aiuti, ben 107 sono rimasti a bocca asciutta. Lo dicono le cifre ufficiali riportate sul portale web artbonus.gov.it,Parco Reggia ok

realizzato appositamente dal ministero dei Beni ambientali e culturali, alla data del 20 ottobre 2015.

È inquietante che al Sud scarseggino non solo i mecenati ma pure l’offerta: i possibili beneficiari sono appena otto, quattro dei quali in Puglia. Il tutto condito da una eccessiva burocratizzazione delle dinamiche e delle procedure per l’ottenimento di tali finanziamenti: bisogna andare in banca, farsi fare un bonifico specifico, indirizzarlo al Comune, mandare il tutto al ministero, e infine ottenere una quietanza utile per la dichiarazione dei redditi.

Non è tutto ora quello che luccica. È l’ennesima occasione persa da una Paese immobile, nella speranza che queste dichiarazioni possano essere contraddette.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9689 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Giornalismo investigativo, al via la Summer School

Claudio Sacco – Al via domani venerdì 14 settembre la quarta edizione della Summer School Ucsi-Agrorinasce. Argomenti in discussione: giornalisti sotto attacco, il futuro dell’informazione e il giornalismo investigativo. L’appuntamento

Economia

Giustizia tributaria e commercialisti, continua la formazione

(Redazione) – E’ in programma per oggi venerdì 17 febbraio il quindicesimo modulo del master di II livello in “Giustizia Tributaria Italiana ed Europea” organizzato dall’Universitas Mercatorum, Università Telematica delle Camere di

Spettacolo

Dì che ti manda Picone, al Comunale ritorna Biagio Izzo

Maria Beatrice Crisci – Biagio Izzo ritorna questo fine settimana al Teatro Comunale di Caserta. In scena lo spettacolo «Di’ che ti manda Picone», che vede accanto al noto artista la