Il buono cattivo. Il libro postumo di Andreotti a Maddaloni

Il buono cattivo. Il libro postumo di Andreotti a Maddaloni

Maria Beatrice Crisci

– «Il buono cattivo» è il romanzo postumo di Giulio Andreotti ritrovato dai figli tra le carte dello statista italiano, ancora non completamente classificate, e pubblicato in questi giorni da una della case editrici più di moda del momento: «La Nave di Teseo», diretta da Elisabetta Sgarbi. Si tratta invero di un racconto dell’Italia vista senza fronzoli e senza veli, da un osservatore privilegiato. La presentazione domani pomeriggio, alle 18, alla Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni. All’incontro ci saranno i due figli di Andreotti che vivono in Italia: Serena e Stefano. Quindi, l’ingegner Claudio Petrone che ha organizzato l’evento con l’associazione «Welcome», in collaborazione con il commissario straordinario della stessa Fondazione, Felicio De Luca; don Edoardo Scognamiglio, parroco a Maddaloni e già provinciale dei Francescani campani, oltre che scrittore e docente universitario e il giornalista Luigi Ferraiuolo. Nella nota si legge: “Per Maddaloni e la Fondazione si tratta di un appuntamento di grande rilevanza, considerato che Giulio Andreotti è stato a lungo presidente della stessa ed era legatissimo a don Salvatore D’Angelo, fondatore del Villaggio dei Ragazzi; e che i figli mancavano da anni dalla cittadina casertana. Si ricrea in pratica un legame che era venuto a mancare anni fa e che ora diventa più importante ancora, perché vede gli stessi maddalonesi farsene promotori”.

“Il nostro obiettivo – spiega l’ingegner Claudio Petrone, presidente di Welcome – è fare cultura a Maddaloni attraverso la nostra Scuola di Politica, indicando anche prospettive concrete di sviluppo, e nello stesso tempo rinsaldare legami storici partendo dal Villaggio che è il cuore della nostra città e che solo può permetterci di farla ripartire. Ma è anche un modo per onorare la figura e la memoria di don Salvatore D’Angelo, il nostro concittadino più illustre”. E ancora: “Il libro, che prende spunto dalla battaglia sul divorzio negli anni Settanta, è un ritratto senza veli dei luoghi comuni e dei difetti italiani, ma anche un abbecedario su come evitarli, senza tempo, valido ancora oggi. La dimostrazione del grande acume dello statista romano”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9728 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

L’estate della rinascita continua, in 32mila ad agosto al Mann

Pietro Battarra -Il Mann chiude il mese di agosto con un boom di presenze. A conferma le parole del direttore del Museo Archeologico di Napoli Paolo Giulierini : “Si chiude

Primo piano

Bronzallure punta su una casertana, è Cristina la testimonial

Alessandra D’alessandro -Il nuovo volto del noto brand di gioielli “Bronzallure” è la modella casertana Cristina Buonanno. Studentessa di Giurisprudenza presso l’Università di Napoli Federico II, 23 anni, Cristina coltiva

Comunicati

Giornata nazionale del Paesaggio, appuntamento all’Anfiteatro

-Lunedì 14 marzo , la Direzione regionale Musei della Campania, in occasione della Giornata nazionale del Paesaggio 2022, organizza con il Comune di Santa Maria Capua Vetere, l’Istituto comprensivo “Alessio