Il fotografo Antonio Biasiucci ai microfoni di Radio3. La sua infanzia a Dragoni

Il fotografo Antonio Biasiucci ai microfoni di Radio3. La sua infanzia a Dragoni

(Enzo Battarra) – “Il mio maestro di fotografia è stato un regista di teatro, Antonio Neiwiller”. Con questa autentica e al tempo stesso spiazzante dichiarazione, l’artista internazionale Antonio Biasiucci, casertano di Dragoni, si è presentato al microfono di Elena Del Drago. A lui è stata dedicata tutta la puntata odierna della trasmissione “A3, il formato dell’arte”, il programma di Radio3 che indaga il mondo dell’arte e i suoi protagonisti, riuscendo così nell’ardua impresa di far immaginare immagini.

Oggetto della conversazione la mostra “Codex” di Biasiucci allestita presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, una sequenza di immagini dedicate all’Archivio Storico del Banco di Napoli, il più grande archivio storico bancario del mondo. E proprio presso la sede della Fondazione Banco di Napoli nel cinquecentesco Palazzo Ricca in via dei Tribunali l’artista presenta in contemporanea il lavoro site-specific “Moltitudini”, parte dello stesso progetto “Codex”.

All’emittente radiofonica culturale della Rai, Antonio Biasiucci ha raccontato il suo percorso formativo nel piccolo centro di Dragoni, quando da bambino seguiva il padre fotografo ai matrimoni, con il compito di reggere il secondo flash. D’altronde, lo scorso anno alla Biennale di Venezia nella sezione “Codice Italia” Biasiucci aveva dedicato una doppia installazione al genitore. Ebbene, lui che è uno straordinario narratore per immagini fotografiche nell’intervista ha fatto emergere tutti i punti essenziali della sua ricerca. Quello che più lo affascina? Biasiucci lo ha ribadito: lavorare sulla pelle di ciò che va a fotografare.

La doppia personale al Museo Archeologico Nazionale e all’Archivio Storico del Banco di Napoli, entrambe curate da Gianluca Riccio, resteranno aperte fino al 18 luglio.

@EnzoBattarra

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7143 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Salute

Obesity Day, in una due giorni le regole della prevenzione

Claudio Sacco – Sensibilizzare è importante. Da qui Due giornate per prevenire l’obesità: è questo lo scopo dell’iniziativa del 29 e 30 novembre presso il Ce.T.A.C. di Caserta dal titolo

Cultura

Casertavecchia, al Borgo il Settembre-bis firmato da Avitabile

Claudio Sacco (ph Ciro Santangelo)  – Si terrà da mercoledì 4 a domenica 8 settembre a Casertavecchia la 47esima edizione del festival Settembre al Borgo, diretto anche quest’anno dal maestro Enzo Avitabile. Musica, arte,

Primo piano

La mafia è buona! Il libro di Catello Maresca e Paolo Chiariello

Claudio Sacco – E’ per questo pomeriggio alle 19 a Santa Maria Capua Vetere la presentazione del libro del sostituto procuratore Catello Maresca e del giornalista Paolo Chiariello dal titolo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply