Indagine su Fatima. A Napoli esperti a confronto

Indagine su Fatima. A Napoli esperti a confronto

Maria Beatrice Crisci

– “Indagine su Fatima”. Questo il titolo della conferenza che si terrà a Napoli venerdì 17 novembre alle ore 17,30 presso la sala congressi del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo (Via Nuova Ponte di Tappia, 25, Zona Plebiscito). Gli studiosi Paolo Marino e Laura Fezia, che hanno approfondito a lungo il tema delle manifestazioni della Vergine Maria, argomenteranno sui tanti misteri, nonché sulle incongruenze, che scaturiscono da una attenta analisi dei fenomeni. Nella nota si legge: “L’episodio sovrumano più controverso del XX secolo è senza dubbio il “Miracolo del Sole” avveramento delle apparizioni mariane occorse durante il 1917 in Portogallo, nella cornice di una località rurale, la Cova da Iria, frazione di Fatima, appartenente al comune di Ourém. Ad esso assistono circa 70.000 persone, tra cui scienziati scettici, giornalisti ed esponenti del clero. La circostanza è dettagliata dalla stampa e vi sono prove fotografiche, benché con scarsa definizione a causa delle vecchie pellicole. La conclusione è per tutti la stessa: a Fatima, il 13 ottobre 1917, succede qualcosa di soprannaturale. Non è certamente presumibile una allucinazione collettiva su vasta scala. Il portento dura 10-12 minuti, tempo sufficiente, anche all’epoca, per distinguere una suggestione di massa da una situazione reale. Inoltre è un miracolo preannunciato: i tre veggenti, Lucia dos Santos ed i fratelli Francisco e Jacinta Marto, con ampio anticipo ne predicono il giorno e l’orario. Dopo le indagini della commissione canonica, nell’ottobre del 1930 Don José Alves Correia da Silva, vescovo della Diocesi di Leiria-Fatima, con il consenso di Papa Pio XI, riconosce la trascendenza dell’accaduto, congiuntamente alle altre visioni a partire dal 13 maggio 1917, attribuendolo all’intervento della Madonna.

Ma effettivamente si è trattato di un miracolo? L’inchiesta condotta ha potuto escludere categoricamente una spiegazione scientifica alternativa? Se la medesima danza del sole avvenisse oggi, a quale risoluzione si dovrebbe giungere alla luce delle attuali conoscenze? Agli interrogativi si cercherà di dare risposta in occasione della conferenza del 17 novembre.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9742 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

Comunale. Stagione al via con Giuseppe Zeno e Euridice Axen

(Redazione) -Si alza il sipario al Teatro Comunale di Caserta. Da venerdì 3 a domenica 5 novembre (venerdì ore 20.45, sabato ore 19.00, domenica ore 18.00) l’inaugurazione della stagione teatrale

Spettacolo

Nantiscia, e sai cosa ascolti! Live al Day Twenty9 di Caserta

Pietro Battarra – Save the date! Sabato 11 novembre, alle ore 21,30, risuonerà presso il Day Twenty9 di Caserta la musica dei Nantiscia. Il gruppo è formato da Annalisa Messina

Cultura

Fara Festival, un corto casertano la migliore opera sul sociale

Roberta Greco -Il corto «Leggero leggerissimo» di Antimo Campanile ha vinto il premio come migliore opera a tematica sociale della terza edizione del Fara Film Festival. Il corto è stato girato