La Cgil festeggia centodieci anni. Iniziative a Caserta

La Cgil festeggia centodieci anni. Iniziative a Caserta

La Cgil di Caserta sceglie un concerto per chiudere la campagna di raccolta firme a sostegno della proposta di legge ad iniziativa popolare “Carta dei diritti universali del lavoro” e per la campagna referendaria per abrogare i voucher, per i licenziamenti illegittimi e per la responsabilità solidale negli appalti venerdì 23 settembre a partire dalle ore 18.00 in Piazza Gramsci a Caserta.

“In questi mesi la nostra organizzazione sindacale è stata impegnata in tanti appuntamenti, nelle strade del capoluogo e degli altri comuni della provincia, per promuovere l’iniziativa lanciata a livello nazionale. E i risultati sono stati davvero soddisfacenti: oltre 8000 firme raccolte per ciascuno quesito referendario,circa 10.000 firme per la Carta. – dichiara la segretaria generale della Cgil di Caserta Camilla Bernabei – complessivamente circa 35.000 firme raccolte nella nostra provincia. Segno che, nonostante la crisi e le mille difficoltà nel trovare un’occupazione, i cittadini e i lavoratori non sono disponibili a barattare i propri diritti e ribadiscono con forza che i diritti sul lavoro vanno rafforzati ed estesi a tutti”.

Sono proprio questi i principi cui si è ispirata la proposta di legge, una proposta che vuole riaffermare i diritti costituzionali all’interno dei luoghi di lavoro, cancellare le forme contrattuali precarie rilanciando e rafforzando forme contrattuali già esistenti che consentano un corretto inserimento lavorativo (apprendistato, formazione, ecc…), riformulare le tutele di tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori a prescindere dal tipo di contratto cui sono sottoposti. Una rilettura di quello che fu lo Statuto dei Lavoratori della Cgil di Di Vittorio, adattato a quelle che sono le caratteristiche attuali del mercato del lavoro.

Quella di venerdì sarà dunque una giornata di festa, ma colma di contenuti dal momento che sarà anche l’occasione per festeggiare i 110 anni della Cgil, un’organizzazione che fa della sua storia uno strumento di rilancio per il futuro dei diritti sul lavoro in questo Paese. La raccolta di firme, con alle spalle la Reggia di Caserta, sarà accompagnata da musiche e balli etnici dei gruppi “Rawelgue” e Troupe Dodo”.

Fonte. Comunicato sstampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8830 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Gassman, Sales e Smerilli. A loro il premio don Peppe Diana

Claudio Sacco -Sarà consegnato con una cerimonia il 4 luglio il premio don Peppe Diana-Per amore del mio Popolo. Ieri, nel primo giorno di primavera, il premio è stato assegnato.

Primo piano

L’ecofemminismo, ovvero del legale tra donne e natura

Michele Bevilacqua*    – Termine coniato nel 1974 dalla scrittrice francese Françoise d’Eaubonne, l’écoféminisme indica l’unione del movimento ecologista radicale ed il femminismo, ovvero una tipologia di movimento femminista particolarmente impegnato

Comunicati

Un inno alla resilienza il Carditello Festival, si parte il 3 luglio

– È un inno alla resistenza e alla rinascita della Campania Felix quello che, dal 3 luglio al 29 agosto, ispirerà la seconda edizione del Carditello Festival. La rassegna musicale è organizzata nel suggestivo ippodromo