La melannurca, una eccellenza tutta campana

La melannurca, una eccellenza tutta campana

Claudio Sacco

– “La melannurca è una delle tipicità, un’eccellenza della nostra regione davvero straordinaria, ma registriamo ancora che non è organizzata. Questo significa che abbiamo ancora pochissima produzione che è legata la marchio Igp che può essere attivato in tutta la Regione Campania”. Così Francesco Alfieri delegato all’Agricoltura per la Regione Campania a margine del convegno “La mela annurca: una unicità tutta campana, dagli aspetti scientifici alle positive ricadute sull’economia casertana”, tenutosi al Belvedere di San Leucio per iniziativa del consigliere regionale Alfonso Piscitelli.

francesco alfieriAlfieri ha poi precisato: “La produzione che oggi viene effettuata deve crescere nel marchio per conquistare il mercato, innanzitutto regionale. Il primo mercato è quello campano. Sei milioni di abitanti sono uno stato e a volte non troviamo queste eccellenze campane nemmeno sui nostri banchi della distribuzione. Bisogna organizzare la domanda. Le aziende lo possono fare perché ci sono misure specifiche per innovare le aziende, per modernizzarle, per costruire nuovi modelli di produzione, ma soprattutto c’è anche la possibilità con la misura 3.1.1 di entrare nei marchi di qualità a spese della regione con i fondi europei. C’è uno scenario, una condizione molto favorevole”. E ancora, ha ricordato il consigliere delegato all’Agricoltura: “Da sempre diciamo che c’è bisogno di cooperare e di fare rete. Voglio ricordare che la Melinda non è una multinazionale, sono 4 mila produttori che hanno meno di un ettaro di terreno che si sono messi insieme e che dettano le leggi e le regole del mercato anche con la grande distribuzione, vanno con una grande forza, ma dietro c’è la qualità e la cooperazione. Cose che dobbiamo fare anche in Campania”.mele

Infine, ha concluso: “Stamattina registriamo un altro elemento che va a favore di questa eccellenza campana che oltre ad essere una prelibatezza, un gusto buono e gustoso, è anche un frutto che fa bene alla salute. Quindi, contiene una serie di elementi positivi che sono stati studiati dal professor Novellino della Federico II. Io credo che la Regione si impegnerà anche per rafforzare la ricerca in tal senso”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Achei, il prezzo è giusto. Il libro di Maurizio De Angelis da Alterum

Redazione -Il 3 agosto alle ore 19:30 il Salotto Letterario dell’associazione Culturale Alterum, sita in via Appia 102 a San Nicola la strada, ospiterà lo scrittore Maurizio De Angelis che

Attualità

Formazione scuola-lavoro. Ecco il Sistema Duale

(Luigi D’Ambra) – Presentato a Napoli il Sistema Duale in Campania: un nuovo percorso di qualificazione per i giovani. Si tratta, ha sottolineato l’Assessore Chiara Marciani,  di un modello formativo integrato

Primo piano

Sant’Anna. Il maltempo non ferma le celebrazioni in città

Maria Beatrice Crisci (Ph Carlo Riccio) – La festa della Santa Patrona Sant’Anna è una tradizione per Caserta che unisce grandi e piccoli. E neanche la pioggia caduta ieri abbondante sulla