La musica si fa Nuda per il Settembre al Borgo di Avitabile

La musica si fa Nuda per il Settembre al Borgo di Avitabile

Claudio Sacco

– La 46esima edizione del Settembre al Borgo diretta dal maestro Enzo Avitabile si conferma come la più culturale rispetto ai cartelloni degli scorsi anni. E proprio nell’ottica della valorizzazione della ricerca musicale ma anche della contaminazione dei linguaggi va accolta la proposta di domani venerdì 7 settembre. Alle ore 21 al Teatro della Torre sarà sul palcoscenico il duo Musica Nuda, fortunato sodalizio tra la cantante Petra Magoni e il contrabbassista Ferruccio Spinetti. Da Lula Penapoco hanno pubblicato il nuovo album live “Verso Sud”. Un viaggio nel sud musicale dell’Italia e del mondo in puro stile Musica Nuda e cioè istinto e libertà sia nello scegliere il repertorio sia nel modo di interpretarlo, con leggerezza ma mai senza rispetto. In quattordici anni di intensa attività concertistica in tutto il mondo, Musica Nuda ha collezionato importanti riconoscimenti, dalla Targa Tenco a Les quatre clés de Télérama in Francia.

A seguire, dalle 23.30 al Duomo tocca alla cantante e poetessa lusitana Lula Pena, tra fado, chanson e world music. Lula Pena, classe 1974, ha debuttato con il suo primo album, Phados nel 1998 aspettando poi la bellezza di dodici anni per darsi un seguito, Troubadour nel 2010. Lo scorso anno è stata la volta del suo ultimo lavoro discografico, Archivo Pittoresco, pubblicato dalla Crammed Discs, etichetta di punta del settore della world music.

Il programma completo di domani venerdì 7 settembre prevede anche un momento dedicato alla scrittura nell’ambito del ciclo «Il Sud non è magia» a cura del giornalista Luigi Ferraiuolo. Nella Chiesa dell’Annunziata alle ore 20, omaggio ai cavalieri di Casertavecchia e all’«Orlando Furioso» nel 485esimo anniversario della morte di Ludovico Ariosto con «LE DONNE, I CAVALLIER, L’ARME, GLI AMORI, LE CORTESIE, L’AUDACI IMPRESE IO CANTO». Ci saranno Barbara Frale, storica, officiale dell’Archivio Segreto Vaticano, il maggiore esperto mondiale di cavalleria e templari e Massimo Santoro, italianista e regista teatrale casertano che racconteranno la bellezza della cavalleria e dell’Ariosto, spesso dimenticato ai nostri giorni. Ad accompagnarli la chitarra di Ubaldo Tartaglione. Guiderà gli autori tra parole, versi e musica la giornalista Nadia Verdile.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9739 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Comunicati

Art Days – Napoli Campania, riflettori su Terrae Motus

-La Reggia di Caserta partecipa alla seconda edizione degli Art Days – Napoli Campania accendendo i riflettori sulla collezione Terrae Motus! Per ricordare il terremoto che il 23 novembre del

Arte

Mibact, L’Arte in Maschera. Sant’Arpino con Lello Esposito

(Pietro Battarra) – La Pinacoteca di Arte Contemporanea “Massimo Stanzione” di Sant’Arpino, che ha sede nello splendido Palazzo Ducale Sanchez de Luna, aderisce idealmente con la mostra dell’artista internazionale Lello Esposito a #febbraioalmuseo “L’Arte in Maschera”, la nuova

Primo piano

Caserta è alla ricerca del suo limite, workshop di architettura

Claudio Sacco –  «I partecipanti al workshop dovranno ripensare, supportati dai tutor, al cambiamento migliorativo che la città potrebbe subire nell’apertura/chiusura della recinzione del Parco, nell’allargamento dell’asse verso la Reggia