L’arte degli anni ’70, in Campania era tutto in movimento

L’arte degli anni ’70, in Campania era tutto in movimento

(Beatrice Crisci) – Era un’arte in movimento quella degli anni Settanta in Campania, tra le performance “en plein air” del Collettivo Lineacontinua e gli interventi per le strade e le piazze cittadine del gruppo degli Ambulanti. Ma era anche l’arte dei movimenti, e per molti versi anticipava quelle che sarebbero poi diventate le community. Politica e ideologia, ma anche tanta ironia. E poi la poetica. Ogni artista con la propria di poetica, ma con la capacità di mettere insieme le energie e di fare progetti plurali. Insomma, prendendo in prestito il lessico contemporaneo, l’arte faceva sistema quando si opponeva al sistema dell’arte.

Tutto questo ma tanto tanto altro è emerso nella conversazione su Arte in movimento. Gli anni Settanta in Campania, a cura di Luca Palermo, organizzata a Santa Maria Capua Vetere dal Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della Seconda Università degli Studi di Napoli, con la presenza di personalità del mondo accademico, di critici d’arte, di artisti e di storici del territorio.

La prima delle due giornate in cui è articolato il seminario ha visto gli interventi della docente della SUN Gaia Salvatori, dello stesso curatore, lo storico dell’arte Luca Palermo, sempre della SUN, del critico d’arte Enzo Battarra, dell’architetto Giuseppe Coppola, dell’artista Livio Marino, membro del collettivo casertano Lineacontinua attivo appunto negli anni Settanta) e dello storico e critico d’arte Stefano Taccone dell’Università di Salerno. Inoltre Antonio Davide, membro del collettivo Salerno 75, ha fatto pervenire un suo intervento che è stato letto in aula.

Folto il pubblico, formato da studenti universitari ma anche da docenti universitari, da tanti artisti e operatori del settore. Tutti si sono poi appassionati in una vivace discussione, che ha visto anche gli autorevoli interventi di Luca Sorbo, docente di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli, e di Giuseppe Venditto, illustre politico casertano e testimone diretto degli avvenimenti trattati.

L’appuntamento è ora per venerdì 28 ottobre per la seconda giornata di studi. Interverranno la storica dell’arte Luciana Berti, il docente dell’Università degli studi di Siena Massimo Bignardi, i professori dell’Università Orientale di Napoli Maria De Vivo e Salvatore Margiotta e l’artista Giuseppe Rescigno, fondatore, insieme con Antonio Davide, del collettivo Salerno 75.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

Sacro e profano a Casertavecchia, la magia di “Radici e oltre”

Maria Beatrice Crisci -Atmosfera magica nel giardino Borgo Contessa Iolanda a Casertavecchia per la prima serata della rassegna “L’arte del Sacro e del Profano” giunta alla decima edizione. Protagonisti della

Comunicati

Un’Estate da Re. Gran chiusura con Plácido Domingo e Il Volo

-Il gruppo italiano di fama mondiale Il Volo e la giovane soprano Daria Rybakc: ecco, come promesso, i nomi degli ospiti che uniranno le loro voci a quella di Plácido Domingo alla Reggia di Caserta giovedì 3

Spettacolo

Trianon Viviani, Geppy Gleijeses fa rivivere Enrico Caruso

Pietro Battarra -E’ dedicata al grande tenore Enrico Caruso la serata evento organizzata dal Trianon Viviani per lunedì 2 agosto alle ore 21. L’iniziativa ha come titolo “Caruso vive. Vita, morte