Maggio dei monumenti 2016 celebra Carlo di Borbone

Maggio dei monumenti 2016 celebra Carlo di Borbone

Era il 1716, quando nacque Carlo III di Spagna, o conosciuto anche come Carlo Sebastiano di Borbone. Nel 2016 ricorre esattamente il trecentesimo anniversario dalla sua nascita e, per questa occasione, Napoli ha organizzato un fitto programma di eventi, una vera e propria celebrazione dello storico re di Napoli e di Sicilia. Maggio dei monumenti 2016 renderà omaggio a Carlo di Borbone attraverso una serie di iniziative, quali concerti, mostre e conferenze. Per quanto concerne l’organizzazione dell’evento spicca la collaborazione di quattro università della Campania, L’Orientale, la SUN, l’Università di Salerno e la Federico II, nonché le adesioni, tra le tante, da parte della Reggia di Caserta, del Museo Archeologico Nazionale, del Teatro San Carlo e dell’Università di Madrid Carlos III. Il via al programma è già stato dato domenica 1° maggio, nel quale è stata aperta la sala esposizioni all’interno della Biblioteca Nazionale di Napoli, dedicata alla mostra bibliografica-iconografica “Il Regno Ritrovato”, in cui vi è tutta la documentazione, attraverso tutti i manoscritti presenti, che testimonia l’arrivo di Carlo di Borbone a Napoli e di tutte le iniziative che egli volle a quel tempo, prima fra tutte gli studi e le scoperte archeologiche che hanno fatto della città un polo culturale, storico e artistico. Nello specifico, il programma prevede:

  • 1 maggio/5 novembre, Sala Esposizioni alla Biblioteca Nazionale di Napoli: Il Regno ritrovato. Percorsi Culturali nella Napoli di Carlo. Mostra iconografica e documentaria, a cura della Biblioteca Nazionale di Napoli.
  • 6/7 maggio, Reggia di Portici, Corte e cerimoniale di Carlo di Borbone a Napoli, a cura di Anna Maria Rao.
  • 7 maggio, Chiesa di Santa Caterina da Siena (ore 20.30), Musica per flauto dei regni di Carlo VI di Napoli e III di Spagna. Ensemble “La Folìa”, a cura della Fondazione Pietà dei Turchini in collaborazione con l’Istituto Cervantes di Napoli.
  • 14 maggio, Chiesa di Santa Caterina da Siena (ore 11.00), conferenza La musica strumentale e la Real Cappella dal Viceregno a Carlo di Borbone, a cura della Fondazione Pietà dei Turchini.
  • 14 maggio, Chiesa di Santa Caterina da Siena (ore 20.30), Concerto The Fiery Genius, estro e rigore nella musica strumentale napoletana. Ensemble Aurora Enrico Gatti direttore – a cura di Pietà dei Turchini.
  • 17 maggio, Università “L’Orientale” di Napoli, Carlo di Borbone tra Spagna e America, a cura di Luigi Mascilli Migliorini.
  • 15 giugno, Università di Salerno, Fisciano. La storiografia sullo Stato moderno nel Settecento: fonti e problemi, a cura di Aurelio Musi.
  • 14 ottobre, SUN, Aulario di Santa Maria Capua Vetere, Simboli e miti della Sovranità, a cura di M.L. Chirico, R. Cioffi, Simonetta Conti, A. Grimaldi, Francesco Cotticelli, G. Sodano.
  • 4 novembre, Teatro San Carlo, Napoli, rappresentazione dell’opera Achille in Sciro di Pietro Metastasio, musica di Domenico Sarro.
  • 17-19 novembre, Università “L’Orientale” di Napoli, Carlo di Borbone: un sovrano nel mosaico culturale dell’Europa, a cura di Augusto Guarino.
  • 12-13 dicembre, SUN, Dipartimento di Scienze Politiche, Caserta. Lo stato moderno napoletano: storiografia e fonti, a cura di Giuseppe Cirillo e Gian Maria Piccinelli.
  • Tra il 3 e il 5 novembre, tra Palazzo Zevallos e il Museo Archeologico di Napoli, si terrà un convegno internazionale, dal titolo Napoli, Spagna, America. Le vite di Carlo di Borbone, che vedrà il coinvolgimento di grandi studiosi internazionali dell’argomento. In più, si terrà u concerto inaugurale La musica nell’epistolario di Carlo di Borbone, al Teatro di Corte della Reggia di Caserta a cura della Fondazione Pietà dei Turchini.

Un programma che non si limiterà al solo mese di maggio, ma che si prolungherà anche al resto dell’anno, per una degna celebrazione di Carlo di Borbone e della storia di Napoli.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7155 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Ariano International Film Festival, conclusa la quinta edizione

Luigi D’Ambra – Calato il sipario sulla quinta edizione dell’Ariano International Film Festival. La kermesse irpina, anche quest’anno ha regalando eventi e iniziative all’insegna della cultura ma anche emozioni, allegria e

Cultura

#8marzoalmuseo, la Reggia di Caserta si fa veramente donna

(Luigi D’Ambra) – Anche quest’anno per l’8 marzo tutti i musei e luoghi della cultura statali apriranno le loro porte gratuitamente alle donne. Una giornata di festa che il Ministero

Cultura

Libri in Redazione: “La modernizzazione di Terra di Lavoro”

Maria Beatrice Crisci – Libri in Redazione consiglia il volume: “La modernizzazione di Terra di Lavoro 1957-1973 – Rubentino Università di Paola Broccoli. Il volume analizza la modernizzazione della provincia

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply