“Malagrazia”, al TC14 di Caserta i racconti di due fratelli

“Malagrazia”, al TC14 di Caserta i racconti di due fratelli

(Redazione) – In anteprima al TC14 di Caserta, venerdì 20 gennaio alle ore 20.30, sarà presentata la prima tappa dello spettacolo “Malagrazia” del gruppo performativo milanese Phoebe Zeitgeist, con drammaturgia di Michelangelo Zeno e regia di Giuseppe Isgrò. In scena lo stesso Isgrò con Dario Muratore raccontano tra il grottesco e l’assurdo la storia di due fratellini orfani alle prese con le paure dell’infanzia, il desiderio di diventare grandi e la solitudine del volo. Inventeranno mondi passati e presenti, alle prese con pestilenze inventate e doveri di stato, fino alla ricerca ultima delle loro origini. I due protagonisti si muovono in un territorio sospeso, animato da presenze affilate e pericolose, attraversando l’oblio della vita. Questo è il luogo dove si sviluppa Malagrazia che mette in scena la vertigine emotiva di un’umanità dilaniata dalla paura di restare sola con sé stessa.

Lo stesse regista e interprete Giuseppe Isgrò sottolinea come ai due fratelli siano “creature isolate a cui non resta altro che il desiderio di un’identità in grado di placare le eterne tensioni fra l’alto e il basso, fra il superno e l’infimo. Fino alle tragiche istanze finali. La grazia che santifica, la grazia che libera, la grazia che uccide.  Il grande disegno, l’elevazione di sé al di sopra di sé, la fuga dell’uomo dal corpo che per realizzarsi ha bisogno del sangue degli ultimi, dei reietti, dei topi.  Il processo che porterà alla versione definitiva di Malagrazia, si svilupperà a tappe – Isole, attraversando, per circa un anno, diversi luoghi che ne segneranno l’evoluzione. Ogni luogo sarà un’Isola della ricerca o un Approdo dell’andare in scena”.

Phoebe Zeitgeist è una compagnia teatrale con base a Milano che per la produzione di questo nuovo lavoro si avvale della collaborazione del Teatro Civico 14 (Caserta), del Teatro Rossi Aperto(Pisa) e AltoFest (Napoli), con ulteriori tappe di apertura al pubblico prima della chiusura e definizione dello spettacolo tra circa un anno. Le attività di Phoebe Zeitgeist non si limitano alla produzione e alla messinscena degli spettacoli ma si estendono a prove aperte e discusse, mostre, conferenze, lezioni brevi presso corsi di formazione accademica o universitaria, collaborazioni con istituzioni dedicate all’arte contemporanea, pubbliche e private.  Questa formula allargata permette di discutere il teatro laddove siano presenti altri e molteplici codici di interpretazione del mondo. La specifica di questo gruppo di lavoro è la lettura critica della contemporaneità. Da qui la scelta di costruire il proprio pensiero a ridosso di quanti più linguaggi disponibili, nella convinzione che le arti siano dei dispositivi eccellenti per una decodifica non banale della realtà. Questa indagine viene condotta attraverso l’individuazione dei fattori più gravi ed acuti dei nostri giorni, rintracciando nei testi degli artisti che ci hanno preceduto quegli allarmi, quelle denunce, quelle visoni che informano i meccanismi del nostro tempo. Nello studio di questi autori e contattando di volta in volta altri collaboratori, si ricercano gli strumenti per un’elaborazione complessa e significativa dei temi di ricerca. I temi di più elevata emergenza e di più alta rilevanza sviluppati da questo gruppo di lavoro sono: la complessità dei sistemi di comunicazione e di relazione tra gli individui, le capacità dell’immaginario e del linguaggio , l’esistenza, la persistenza e la trasformazione di tutte le forme di potere.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Capua, i paesaggi intimi di Livio Marino e Antonello Tagliafierro

Maria Beatrice Crisci – A Capua lo storico Palazzo Fazio riapre le sue porte domani per la doppia personale «Paesaggi» degli artisti Livio Marino Atellano e Antonello Tagliafierro. L’evento rientra

Primo piano 0 Comments

Caserta, sere d’estate al Planetario. Il giovedì i moti terrestri

Claudio Sacco – “Anche quest’anno il Planetario di Caserta resta in piena attività in agosto per offrire a coloro che sono rimasti sul territorio per scelta per scelta o per

Spettacolo 0 Comments

Il suono dell’estate al Villaggio dei Ragazzi, concerto ex allievi

Claudio Sacco -L’Estate maddalonese al via domani martedì 31 agosto alle ore 21 nello storico Cortile della Fondazione Villaggio dei Ragazzi. E’ qui che si terrà l’evento musicale: “Inseguendo quel

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply