Napoli, al Teatro Nuovo Elio Germano in un Pirandello virtuale

Napoli, al Teatro Nuovo Elio Germano in un Pirandello virtuale

– Mercoledì 3 novembre al Teatro Nuovo Napoli va in scena “Così è (o mi pare)” adattamento e regia Elio Germano. L’artista romano reinventa a teatro l’opera di Luigi Pirandello con la Realtà Virtuale, in cui la nuova sfida è mettere il pubblico in “scena”. L’idea della realtà virtuale abbinata a Pirandello, autore che più di altri ha riflettuto sulla “verità” che accompagna l’esistenza dell’essere umano, non può che essere stata una sfida per Elio Germano, che ha riscritto Così è (se vi pare) adattandolo al linguaggio della Realtà Virtuale.

Da quest’originale operazione è nato Così è (o mi pare), diretto e interpretato dall’artista romano, affiancato da Gaetano Bruno, Serena Barone, Michele Sinisi, Natalia Magni, Caterina Biasiol, Daniele Parisi, Maria Sole Mansutti, Gioia Salvatori, Marco Ripoldi, Fabrizio Careddu, Davide Grillo, Bruno Valente, Lisio Castiglia, Luisa Bosi, Ivo Romagnoli e con la partecipazione di Isabella Ragonese e Pippo Di Marca, in “scena”, da mercoledì 3 novembre alle ore 20.30 (repliche fino a domenica 7, con una doppia sabato 6) al Teatro Nuovo di Napoli, presentato da Gold Productions, Fondazione Teatro della Toscana e Infinito Produzione Teatrale.

In un salotto dell’alta borghesia si sviluppa Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello che mette in discussione l’idea di “verità assoluta”. Un intero paesino viene turbato dall’arrivo del signor Ponza e della signora Frola, un genero e sua suocera che sembrano raccontare versioni diverse di una stessa storia con “protagonista” la moglie e figlia, la signora Ponza. I cittadini non sanno più a chi e a che cosa credere, ma non possono smettere di indagare alla ricerca di una verità che, forse, non esiste.

La riscrittura di Elio Germano, fra teatro, cinema e videogame immersivo, cala il testo del drammaturgo siciliano nella società moderna, dove lo spettatore è calato nella storia e, grazie alla realtà virtuale, si trasforma in uno dei protagonisti, che vede e ascolta tutto.

Gli spettatori, sessanta per ogni replica, vengono fatti accomodare in platea e attrezzati di un visore per la Realtà Virtuale e delle cuffie audio. Una volta fatta partire la visione, ci si trova catapultati in scena nel “corpo” di un personaggio della pièce, circondati dagli altri attori che, se il copione lo richiede, si rivolgono al pubblico, e dal suo “corpo virtuale” esce una voce di risposta alle loro sollecitazioni. E’ possibile scegliere dove e cosa osservare girando lo sguardo, diventando così personaggi e spettatori contemporaneamente.

Si apre così la possibilità di un’esperienza unica nel suo genere, utile alla finalità del racconto e alla riflessione sul tema pirandelliano di cosa sia reale e cosa sia vero. La prospettiva è duplice: individuale e collettiva. Attraverso la visione simultanea, lo spettatore si trova immerso nella stessa vicenda cui assistono gli altri, ma può scegliere dove e cosa guardare. Contemporaneamente, nello stesso spazio, altre persone vivono la medesima esperienza, tanto che al termine è possibile confrontarsi rispetto a quanto visto e sperimentato: esattamente come a margine di uno spettacolo teatrale o di un film.

Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8828 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Parità di genere. L’assessore Corvino chiama le associazioni

Claudio Sacco  – “Mettiamo mano al nostro futuro”. Questo il tema dell’evento in programma domani nella splendida cornice del Belvedere di San Leucio. Al centro dell’iniziativa ispirata all’Agenda Onu per

Primo piano

Concorso letterario di francese, premio speciale al Manzoni

-Grande orgoglio per un premio speciale assegnato all’alunna 𝗘𝗺𝗮𝗻𝘂𝗲𝗹𝗮 𝗗𝗲𝗹 𝗽𝗿𝗲𝘁𝗲 del l𝗶𝗰𝗲𝗼 𝗟𝗶𝗻𝗴𝘂𝗶𝘀𝘁𝗶𝗰𝗼 𝗘𝘀𝗮𝗯𝗮𝗰 “A. Manzoni” di Caserta, classificatasi seconda al Concorso letterario Regionale intitolato “Vent du large: le

Arte

Space/Body/Art, a Casagiove l’evento di Giovanna D’Amico

Luigi Fusco ph Giuseppe Sorbo –Space/Body/Art & Feel in this Time è il titolo dell’evento artistico culturale inaugurato domenica scorsa nella splendida location del Quartier Militare Borbonico di Casagiove. Per