No alla guerra, in tanti a Caserta in marcia per la Pace

No alla guerra, in tanti a Caserta in marcia per la Pace

Maria Beatrice Crisci – Dal Monumento ai Caduti a piazza Vanvitelli in tanti a Caserta in marcia per la Pace. Un lungo corteo ha attraversato il cuore della città. L’iniziativa, organizzata dal Comitato Caserta Città di Pace don Nicola Lombardi, ha visto l’adesione di parrocchie, associazioni laiche e cattoliche, tantissimi studenti. Presenti per il Comune di Caserta l’assessore alla Cultura Enzo Battarra e il sindaco di Casagiove Giuseppe Vozza. In marcia tantissimi studenti. 400 circa quelli dell’Iti Gordani di Caserta che hanno sfilato in corteo con striscioni e slogan “No alla guerra, si alla Pace”.

Gli organizzatori hanno sottolineato: «Non si arresta la guerra in Ucraina e si apre un altro terribile scenario in Medio Oriente con gli scontri tra Hamas e Israele. Il Comitato “Caserta Città di Pace” e gli Uffici diocesani di “Pastorale sociale” e “Scuola e Università” esprimono profonda costernazione di fronte allo spettacolo di distruzioni e violenza che stanno sfociando in una escalation di morte. Ad oggi si contano più di diecimila morti tra cui quasi 5.000 bambini. Antonio Gutteres, il Segretario Generale dell’Onu, il 6 novembre 2023, ha dichiarato: “Gaza sta diventando un cimitero di bambini. È una crisi di umanità!”. Sentiamo di dover gridare a voce alta che come persone, credenti e non, rifiutiamo la logica della violenza, dell’aggressione e della vendetta. La lotta al terrorismo e l’emergenza sicurezza non giustificano le politiche di morte e distruzione. La storia ci insegna che le armi non risolvono i problemi, ma inaspriscono rancore e odio mentre i negoziati sono la condizione preliminare e necessaria per il rispetto dei diritti umani e per la costruzione di una pace duratura. L’accrescersi della tensione internazionale potrebbe degenerare in un conflitto molto più ampio, la “terza guerra mondiale a pezzi”. Tale è il monito di Papa Francesco su cui dovrebbero riflettere tutti in quanto esseri umani e non solo i cattolici».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9571 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Emergenze. Open Day della Protezione Civile a San Marco Evangelista

(Comunicato stampa) -Le emergenze sismiche ed idrogeologiche saranno al centro delle esercitazioni del Sistema di Protezione Civile che si svolgeranno domani e dopodomani (mercoledì 11 e giovedì 12 ottobre) dalle

Cultura

16 dicembre 1631, San Gennaro ferma l’eruzione del Vesuvio

Luigi Fusco – Il 16 dicembre ricorre la terza supplica annuale a San Gennaro, patrono di Napoli e della Campania, nella speranza che possa avverarsi il cosiddetto “miracolo laico”, cioè

Spettacolo

Here, there… and blue. Il progetto firmato Forlani-Condorelli

Emanuele Ventriglia -Comunicazione urgente per gli amanti del jazz e dei Beatles: è ufficialmente fuori «Here, there… and blue – Abbey Roads Stories», il nuovo progetto discografico del pianista Sergio