Nuova stagione teatrale a Caserta tra novità e ritorni

Nuova stagione teatrale a Caserta tra novità e ritorni

Presentata al Teatro Comunale di Caserta la nuova stagione teatrale 2016/17. Un calendario quello confezionato dal direttore artistico Alfredo Balsamo attento agli spettacoli di qualità, ma anche alle messe in scena più popolari. Deve piacere abbastanza ai casertani amanti della ricerca, ma deve piacere alquanto anche a chi va a teatro solo per divertirsi. E la cosa non è semplice. Con Balsamo ieri mattina a presentare la nuova stagione anche il sindaco Carlo Marino in una delle sue prime uscite pubbliche.

La vera novità di quest’anno del nuovo cartellone è l’articolazione della stagione, già abbozzata nello scorso anno, ma da questa stagione ancor più strutturata. Tre i calendari in un’unica programmazione. Ci sono i dieci spettacoli di “Grande Teatro”, quello che deve piacere mediamente a tutti, che comprende i reiterati Vincenzo Salemme, Biagio Izzo o Massimo Ranieri, ma si illumina del “Sogno” shakespeariano con Isa Danieli e Lello Arena, si illumina con “La locandiiera” interpretata da Laura Morante, si illumina con tutto il fascino di Raoul Bova in “Due” con Chiara Francini. In media con la media il tandem  Rocco Papaleo e Giovanni Esposito, o “Il sorpasso” con l’altro fascinoso Giuseppe Zeno. Curiosità desta la presenza del “Cuculo” firmato da Alessandro Gassmann, altro uomo di charme, ma non protagonista in scena.

Quattro gli appuntamenti dei “Percorsi Partenopei”, soluzione già sperimentata nella scorsa stagione e ripetuta quest’anno. Protagonisti l’intramontabile Tato Russo, la voce di Maria Nazionale e il talento comico di Carlo Buccirosso. Si affianca un musical firmato da Alessandro Siani.

E ora la vera novità: il “Teatro Civile”. Tre protagonisti assoluti: Moni Ovadia, Carlo Cecchi e Ottavia Piccolo, tre vite spese per il teatro di qualità. Tre appuntamenti singoli. Il Teatro Pubblico Campano ha così accontentato Caserta, anzi le tre “Caserte” che vanno agli spettacoli. Ognuna è espressione di una città incompleta, ma ognuna ha diritto di cittadinanza. Per una città “frazionata” come Caserta è forse la formula migliore, la “formula tre”. Per il quarto anno consecutivo ritorna poi l’appuntamento con Il Salotto a Teatro, il ciclo di incontri aperti al pubblico e alla stampa che si propone di avvicinare i protagonisti del palcoscenico alla gente comune. Tanti in questi anni gli attori del teatro italiano che hanno preso parte a questi attesi incontri: Luca De Filippo, Leo Gullotta, Biagio Izzo, Sabrina Ferilli, Stefano Accorsi, Serena Autieri. Giusto per citarne qualcuno. Nell’ultimo anno poi si è nata una felice collaborazione con la rassegna Pulcinellamente che continuerà anche per la prossima stagione teatrale.

@beatricecrisci

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7157 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

L’Albero della Vita in Ospedale, omaggio al cucciolo frettoloso

Maria Beatrice Crisci per Ondawebtv – Nella Giornata Mondiale della Prematurità è stato piantato stamattina all’Ospedale di Caserta l’Albero della Vita. L’iniziativa è dell’Azienda Ospedaliera di Caserta e l’associazione “Il Cucciolo Frettoloso”.

Cultura

Il tempo fermo, il romanzo di Giuseppe Storti va online

Maria Beatrice Crisci – “Il tempo fermo, anatomia di un incontro per caso” è il titolo del libro di Giuseppe Storti. La presentazione, on line, è in programma per giovedì

Cultura

Il Natale prima del Natale, il culto di Mithra nell’antica Capua

Luigi Fusco – Nonostante la diffusione e il trionfo della religione cristiana in buona parte dei territori dell’Impero Romano, a partire dalla seconda metà del I secolo dC, la festività

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply