Patto per Caserta, Marino: Piazza Carlo III ritornerà ad essere la piazza dei casertani

Patto per Caserta, Marino: Piazza Carlo III ritornerà ad essere la piazza dei casertani

Il Circolo Nazionale di piazza Margherita ha ospitato il convegno dal titolo «Patto per Caserta: lo sviluppo della città attraverso la sinergia tra Stato, Regione e Demanio», al quale hanno preso parte, accanto al candidato sindaco di Caserta per la coalizione di centrosinistra, Carlo Marino, il sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, e il direttore dell’Agenzia Nazionale del Demanio, Roberto Reggi. Tema principale del convegno è stato il recupero e la valorizzazione dei beni demaniali (anche demanio militare) dismessi e in via di dismissione.
«Da questo incontro – ha spiegato Marino – emerge un dato importante: i militari sono un pezzo importante della città. Va costruito un percorso insieme a loro rispetto allo sviluppo della città. Abbiamo grosse risorse in termini di forze armate ma anche di territorio a disposizione delle forze armate. I beni dismessi e da dismettere sono tanti. Noi ci impegniamo a costruire tavolo per la città con tutti i soggetti interessati». Marino ha focalizzato l’attenzione su alcuni interventi giudicati prioritari: «Penso a Piazza Carlo III, che nella mia visione deve tornare ad essere la piazza dei casertani. La Reggia rappresenta il patrimonio enorme che conosciamo e in zona la Regione ha molte proprietà. Piazza Carlo III è stupenda, gli emicicli sono fantastici. Immagino un tavolo per la città con tutti i soggetti interessati alla valorizzazione e al recupero dei beni demaniali, con l’Agenzia del Demanio, il Ministero della Difesa, il Comune, la Reggia, in cui deve partire una visione unitaria, un masterplan, un cronoprogramma degli interventi da realizzare. Se tuteliamo nostra la  storia, saremo sempre più innamorati della nostra città, che deve essere normale, moderna, europea. Dobbiamo trasferire fiducia, dare ai giovani speranza nel presente e nel futuro».
Il sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, ha posto l’attenzione sulla grande opportunità che Caserta ha nella valorizzazione dei beni demaniali: «Ci sono possibilità, a partire dal federalismo demaniale, per consentire ai Comuni di valorizzare i beni di proprietà demaniale. A Caserta questa possibilità deve essere sfruttata. Penso che non vi sia città più importante e responsabile per realizzare un progetto di valorizzazione dei beni demaniali. Caserta è una città che ha sempre saputo utilizzare con intelligenza la sua vocazione militare. Il mondo militare vuole rimanere a Caserta e lo vuole fare con i casertani e nel pieno rispetto delle prerogative e delle esigenze della città».
Il direttore dell’Agenzia Nazionale del Demanio, Roberto Reggi, ha ricordato come «con Alfano è attivo da sempre un tavolo sui beni demaniali non più attivi e che vanno valorizzati. Siamo interessati, come amministrazione pubblica, a ridurre le spese per i fitti passivi. Alcuni beni dismessi verranno utilizzati per mettere tutti i servizi pubblici nello stesso luogo. Altro obiettivo – ha aggiunto Reggi – è recuperare degli immobili che altrimenti andrebbero nel degrado. Un esempio in questo senso è l’ospedale militare, che intendiamo valorizzare».
Reggi, poi, ha annunciato anche una novità molto importante: «Recupereremo – ha detto – tutto l’emiciclo della Reggia di Caserta. Sono stati stanziati 12 milioni di euro, entro l’anno partiranno i lavori e l’emiciclo sarà destinato all’Archivio di Stato».
Al termine dell’incontro la delegazione si è spostata alla Reggia, dove ha incontrato il direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori.
Fonte: Comunicato stampa 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Prevenzione del disagio psicosociale giovanile. La Federico II in campo

Venerdì 13 maggio 18.30 presso la sede della Fondazione “a Voce d’’e criature” (via Piazzolla 15) a Napoli, sarà presentato il nuovo programma di prevenzione del disagio psicosociale giovanile messo

Primo piano 0 Comments

C’è l’accordo. Detenuti al lavoro nel Parco della Reggia

(Redazione) – Siglato un protocollo d’intesa tra la Reggia di Caserta e la Casa di Reclusione di Carinola per un progetto di pubblica utilità, che prevede attività a titolo volontario

Primo piano 0 Comments

Lucciole per lanterne, è luce naturale all’Oasi di San Silvestro

Pietro Battarra – Un fine settimana interamente dedicato al fenomeno della bioluminescenza, lo spettacolo determinato dalla luce emessa dalle lucciole. E’ quello che si vedrà al Centro di Educazione Ambientale

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply