Percorsi di legalità, a Giurisprudenza il “Codice degli appalti”

Percorsi di legalità, a Giurisprudenza il “Codice degli appalti”

Tiziana Barrella

-E’ dallo anno scorso che è stato dato il via ad una virtuosissima iniziativa, un ciclo di quattro incontri quelli di “Percorsi di Legalità 2023” di cui il primo si è tenuto nello scorso mese di febbraio. Il progetto, nato grazie alla lungimiranza del Presidente Giovani Imprenditori di Confindustria, Pasquale Lama e di Beniamino Schiavone, Presidente in carica di Confindustria; del Dipartimento di Giurisprudenza della Luigi Vanvitelli e del G.R.A.L.E. Spin-off universitario, presieduto dal professore Antonio Pagliano, ha come obiettivo quello di promuovere la cultura della legalità aziendale.

L’idea nasce per dare uno stimolo e un sostegno alle grandi e piccole aziende casertane, per poter evidenziare i vantaggi di una corretta gestione interna, sottolineare tutti i benefici che si ottengono attraverso il pieno rispetto degli obblighi normativi che riguardano l’assetto aziendale, per poter facilitare le vie di comunicazione fra tutte quelle figure professionali ed autorità che, solitamente, non hanno molte opportunità di confronto. Ma l’iniziativa vuole essere anche un vero e proprio sostegno volto a garantire un buon rapporto con fornitori e clienti, indispensabile per una crescita aziendale.

Percorsi Legalità 2023 è anche però una vera e propria meta per le aziende che vi aderiscono. L’attribuzione del prestigioso premio “Etica e Legalità delle aziende” è infatti un vero e proprio riconoscimento per tutto il lavoro svolto nel corso di un anno; è rivolto a tutte quelle aziende che si sono distinte sul territorio, grazie alla loro particolare attenzione per l’ ambiente, per l’ inclusione delle minoranze o delle quote rosa o per specifici caratteri distintivi. Su questa scia sono infatti stati assegnati l’anno scorso ben 4 premi ordinari e 4 premi speciali tra cui quelli per la compliance; per il virtuoso passaggio generazionale; per la tutela dell’ambiente; un premio per chi con coraggio ha denunciato tentativi di estorsione subiti e per la tutela delle minoranze e delle fragilità.

Quest’anno sono in concorso 22 aziende casertane e ci si auspica, che il numero aumenti sempre più, come spiega il professore Antonio Pagliano, del Dipartimento di Giurisprudenza:  “La speranza è che ci sia sempre più una maggiore adesione delle aziende e l’obbiettivo è quello che presiede l’idea stessa, insistere sul fatto che la legalità sia alla lunga premiante e l’azienda diventi quindi, molto più forte e spendibile sul mercato”Il distretto aziendale ASI casertano (Area di Sviluppo Industriale di Caserta) è il più grande del centro sud ed il numero di imprese iscritte in CCIAA è davvero elevatissimo – continua il professore Pagliano – noi cerchiamo di diffondere l’idea di un “Metodo Caserta” così come avvenne quando l’allora ministro Maroni, indicò il “Modello Caserta”, come un modello virtuoso, sebbene si parlasse all’epoca di controllo del territorio, argomento quindi totalmente differente. Oggi vogliamo riproporre la stessa idea, o meglio, gli stessi principi fondanti: un Modello Caserta, dove fra le aziende si inneschi una sana competitività volta al miglioramento delle performance impostate tutte sulla legalità”.

Oggi, alle ore 15.30 presso la sala Consiglio, Palazzo Melzi, Dipartimento di Giurisprudenza, Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli si terrà quindi il secondo incontro ed argomenteranno sui “Sistemi di controlli di impresa alla luce delle novità del Codice degli Appalti e del whistleblowing”, il professore Raffaele Picaro, il dottore Pasquale Lama, il professore Antonio Pagliano, il dottore Raffaele Tuccillo, il professore Alberto De Chiara, l’avvocato  Maurizio Rubini, la professoressa Stefania Lanni. Il terzo incontro è previsto a fine settembre, mentre l’ultimo, in cui ci sarà anche l’ assegnazione del premio, a novembre.

About author

Tiziana Barrella
Tiziana Barrella 106 posts

Avvocato del Foro di Santa Maria Capua Vetere. Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Giuridico Italiano. Segue numerose attività formative per alcune Università italiane. Svolge docenza e formazione per enti pubblici, privati e università. Profiler e studiosa di criminologia e psicologia comportamentale, nonché specializzata già da anni, nello studio della comunicazione non verbale e del linguaggio del corpo, con una particolare attenzione rivolta al significato in chiave criminologica delle azioni eterolesive ed autolesive, necessarie per la redazione di un profiling.

You might also like

Attualità

L’Interporto Sud Europa avrà lo svincolo autostradale

(Redazione) – Quarantanove le aziende provenienti da ogni parte d’Italia che hanno presentato domanda di partecipazione alla gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori per lo svincolo della A30, la strada di

Primo piano

La Burrata di Bufala, ecco la proposta della pizzeria NonSoKe

Regina Della Torre – L’impasto è soffice e ben lievitato, le materie prime stagionali e di qualità, lavoro, ricerca e tanto amore: questi gli ingredienti che hanno fatto della pizzeria

Canale TV

Stili di vita. Monda: sana alimentazione e attività motoria

Maria Beatrice Crisci -Sana alimentazione e attività motoria per uno stile di vita ottimale e fare prevenzione. Ai microfoni di Ondawebtv il prof. Marcellino Monda direttore dipartimento Medicina Sperimentale Vanvitelli.