Pompei celebra la festa della musica!

Pompei celebra la festa della musica!

(Mario Caldara)  – La festa della musica ha alle spalle una storia molto particolare, che risale a più di trent’anni fa. Era il 21 giugno 1982 quando questa festa vide la luce, in Francia, grazie all’iniziativa ideata dal Ministro dei Beni Culturali. Un giorno speciale che prevedeva una letterale invasione della musica, praticamente ovunque: strade, cortili, piazze, giardini, stazioni, musei erano assediati da musicisti, che potevano dare sfogo al loro estro artistico; non contava se fossero professionisti, dilettanti, o se semplicemente, prendendo una chitarra, improvvisassero tre accordi per una canzone da cantare con amici e in allegria. Questa è l’anima della festa: libertà di espressione, libertà dell’anima attraverso la musica. Per fortuna il senso originale è rimasto immutato nel tempo e non solo! Si è esteso a macchia d’olio in tutto il mondo, ricevendo consensi ovunque, fino a diventare un fenomeno socio-culturale. Tutte le più grandi e importanti città del mondo hanno accolto e accolgono tuttora questo evento. Rimanendo solamente tra i confini della penisola italiana, ben 120 città hanno aderito all’iniziativa, tra le quali Pompei, che ha risposto “presente” all’appello. Proprio a Pompei, è in programma una maratona musicale che, il 21 giugno, dalle 18 alle 24, vedrà le esibizioni in piazza Bartolo Longo di circa cento artisti, tra i quali, per esempio, Eterea, Davide Cerreta Trio, 4R.A.C. Musette, Gianni Conte, New Folk Band – Fiorenza Calogero, Claudia Megrè, Kafka sui Pattini, JJ Band, Armònia, ‘E Saracin’, Mr. Albino & Gaetano Coppola, Alessandro d’Auria Band. Un grande evento musicale che, insieme a tutti gli altri che si terranno sul territorio nazionale, formerà una fitta rete nella quale la musica verrà acclamata e celebrata nel migliore dei modi, grazie soprattutto agli sforzi della AIPFM (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica), che si occupa di realizzare quell’intenso coordinamento di cui un progetto di una tale dimensione necessita.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Fenomeno migratorio e nuove sfide. La Bonino a Caserta

(Maria Beatrice Crisci) – Ci sarà Emma Bonino domani a Caserta. L’occasione è l’incontro “Come vincere la sfida dell’immigrazione? Accoglienza, inclusione, lavoro: le riforme necessarie a partire dai Comuni e

Cultura 0 Comments

Serata Caravaggio, allo Spazio X di Caserta il fascino di Napoli

Maria Beatrice Crisci – Una serata tutta dedicata a Caravaggio allo Spazio X con il giornalista e scrittore Francesco de Core e il fotografo Sergio Siano. Sono loro, infatti, gli autori del volume “Con gli occhi di Caravaggio” edito

Primo piano 0 Comments

Alessia Tagliafierro, una casertana dal commissario Ricciardi

Maria Beatrice Crisci – Tra i volti di Terra di Lavoro nella serie “Il commissario Ricciardi” di rai Uno c’è anche la giovanissima Alessia Tagliafierro. Appena 14 anni, Alessia frequenta

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply