Progetto Asoc, gli studenti dell’Itis Giordani al Cira di Capua

Progetto Asoc, gli studenti dell’Itis Giordani al Cira di Capua

-Continua la collaborazione tra gli studenti del Giordani di Caserta, diretto dalla dott.ssa Antonella Serpico, e i ricercatori del CIRA di Capua per le attività inerenti al Progetto A Scuola di Opencoesione. Martedì scorso gli studenti dell’’HOTSPOT Team del Giordani, si sono recati al Centro Italiano di Ricerca Aerospaziali di Capua per l’incontro di monitoraggio civico. Il team sta partecipando ad un complesso progetto di cittadinanza attiva e opengovernment sulle politiche di coesione europee, che si occupa del monitoraggio civico del finanziamento PON CONV FERS per la ricerca SIT_MEW, per la quale il CIRA è stato uno degli attori principali. Gli studenti, coordinati dai loro compagni Francesca Pascarella, Alessio di Caprio, Matteo Tescione, Daniele Bergonzi, Raffaele Toscano, Flavio Cinotti, Pasquale De Matteis, guidati dai proff Gallicola e Moniello, stanno analizzando la ricerca che, oltre al CIRA , ha visto impegnati grandi aziende, quali s.p.a., Italia S.p.a., Consorzio T.R.E ,Telespazio Italia s.p.a., I.T.S. e prestigiosi enti di Selex Communications ricerca, tra cui il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Federico II di Napoli , l’ENEA, l’Osservatorio Vesuviano e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Napoli. Gli studenti si sono confrontati a lungo sulle opportunità offerte dai finanziamenti europei per la ricerca e sul progetto con l’ing. Gianpaolo Romano, project manager di SIT_Mew, e il Team di ricercatori che ha sviluppato il modello di sistema di Early Warning. La ricerca si è occupata della realizzazione di un modello di Data Mining sismico per l’allerta precoce di calamità naturali, nello specifico in grado di stimare correttamente e rapidamente la pericolosità di un evento sismico in atto e ridurre le enormi perdite umane e i danni economici che ne potrebbero conseguire. Tematica tristemente attuale dopo il disastroso terremoto che ha colpito Siria e Turchia. L’ incontro è stato anche l’occasione per la visita agli impianti del CIRA. Il progetto ASOC, trasversale ai vari indirizzi dell’istituto Giordani, gli studenti appartengono agli

indirizzi di chimica dei materiali, informatica e telecomunicazioni e costruzioni

aeronautiche, viene sviluppato come attività di PCTO.

Il CIRA è un importantissimo centro di ricerca aerospaziale dotato di impianti

all’avanguardia in Europa e nel mondo. I ragazzi, dopo una presentazione sulle

attività di ricerca del Centro nel settore aerospaziale da parte dell’ing . Mario De

Simone Fumo, e sulle opportunità di lavoro, offerte dal distretto dell’aerospazio in

Campania, hanno potuto visitare, tra l’altro, il

Complesso Plasma Wind Tunnel che

dispone di due impianti ipersonici arc-jet, SCIROCCO e GHIBLI, per la simulazione al

suolo delle condizioni aerotermodinamiche . Gli Studenti, in particolare, sono stati

affascinati dalle potenzialità di SCIROCCO Plasma Wind Tunnel (PWT, l’impianto arc-

jet più grande e più potente al mondo per test in ipersonico, per simulare le

condizioni estreme di flusso termico e pressione a cui sono esposti i veicoli spaziali

che rientrano nell’atmosfera terrestre.

Un sentito ringraziamento va al prof. dott. Antonio Blandini, presidente del CIRA, per

l’opportunità offerta agli studenti del Giordani, all’ing . Carmine De Rosa,

responsabile per l’Innovazione e Comunicazione e all’ing. Gianpaolo Romano con il

suo Team di ricercatori, Francesca Pisano, Gaetano Zazzaro e Michele Ferrucci, per la

loro preziosa e fattiva collaborazione.

About author

You might also like

Primo piano

Ospedale di Caserta, scambio di auguri in aula con il Direttore

Claudio Sacco – Aula magna dell’ospedale. Le parole del direttore generale sono perentorie: “Sono orgoglioso di stare a Caserta. È questa una grande esperienza per me. Qui sto conoscendo delle

Primo piano

Non chiamateli solo fiori, sono gli ultraflowers di Marco Casino

Maria Beatrice Crisci – Il casertano Marco Casino, classe 1986, fotografo e regista cross-mediale specializzato in reportage sociali, espone fino al 13 marzo alla Leica Galerie di Milano, su Piazza

Primo piano

Elena Sofia Ricci, l’attrice incanta il pubblico dei Maestri alla Reggia

Redazione -Attrice raffinata, Elena Sofia Ricci che ieri sera ha incontrato il pubblico nell’ambito del secondo appuntamento di Maestri alla Reggia, la rassegna dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” dedicata