Pronti, partenza, saldi! Confesercenti, la corsa all’affare inizia

Pronti, partenza, saldi! Confesercenti, la corsa all’affare inizia

-Da domani prendono il via in provincia di Caserta le vendite di fine stagione, il primo grande appuntamento commerciale dell’anno.
“Forte l’interesse da parte dei consumatori: il 72% si dichiara interessato ad acquistare almeno un capo in saldo, per un budget medio di circa 160 euro a persona. – commenta Salvatore Petrella, presidente provinciale di Confesercenti Caserta – E c’è un ulteriore 23% che deciderà in base alle offerte. Stando ai dati forniti dal nostro osserva ad avere già stabilito un budget è il 62% di chi si dice interessato. La media di 160 euro nasconde però una spesa media fortemente diversificata a livello regionale: nel centro Italia si spenderà in media 216 euro, un budget sensibilmente più alto di quello allocato in media nelle regioni del Nord e del Sud (rispettivamente 148 e 147 euro). Anche l’analisi per genere ed età restituisce ampi divari: a spendere di più saranno gli uomini (195 euro circa contro 125 delle donne) e gli over 35 (182 euro contro i 115 dei più giovani).

Salvatore Petrella

Chi compra. Ad attendere l’apertura delle vendite di fine stagione sono soprattutto le donne: 3 su 4 sono interessate all’acquisto, contro il 69% degli uomini. A livello territoriale, invece, la percentuale maggiore di intenzionati a comprare si registra nelle regioni del Sud e nelle Isole, dove il 76% vuole approfittare dei saldi. Quota che scende al 72% al Nord e al 68% nel Centro.

Dove si compra. Nonostante la crescente concorrenza del web, i saldi rimangono un evento fortemente legato all’esperienza di shopping nei negozi. L’89% dei consumatori che parteciperanno ai saldi acquisterà uno o più prodotti presso un punto vendita fisico, mentre il 59% si rivolgerà all’online. I negozi sono preferiti soprattutto da over35 (90%) e al Centro (92%). Quest’anno, – continua Petrella in cima ai desideri dei consumatori ci sono i maglioni: a progettare di acquistarne è il 68% al sud una quota quest’anno leggermente superiore a quella dei consumatori interessati alle scarpe (62%), acquisto tradizionale dei saldi invernali. Seguono, a distanza, l’intimo (indicato dal 41%), gonne e pantaloni (39%), magliette, canottiere e top (35%), camicie e camicette (33%), borse (31%), oltre ad un 30% che proverà a portarsi a casa un capospalla a prezzo scontato. Il 28% dei consumatori cercherà invece abiti e completi, mentre il 26% approfitterà dei saldi per un nuovo foulard, sciarpa o cappello. Il 22% cercherà invece un’occasione sulla biancheria per la casa. Infine, c’è un 20% che punta ad acquistare in saldo un prodotto di piccola pelletteria (portafogli, portacarte, etc..) e un 18% cinture.

About author

You might also like

Primo piano

Un raggio di bellezza dal palco, in scena detenuti e magistrati

Maria Beatrice Crisci -“Stasera vi abbiamo regalato un raggio di bellezza e di speranza, tornate a casa e dite che questo raggio è stato regalato dai detenuti del carcere di

Primo piano

L’Arma Azzurra nel cuore dei casertani, col. Roberto Impegno

Maria Beatrice Crisci -L’Arma Azzurra nel cuore dei casertani. Parla il comandante della Scuola Specialisti dell’AM il col. Roberto Impegno. Il video

Comunicati

Da Maddaloni a San Leucio, il saluto di Don Antonio Iazzetta

-È un saluto commosso quello che don Antonio Iazzetta, parroco della Chiesa di San Martino Vescovo a Maddaloni, ha fatto dall’altare in occasione dell’ultima Messa celebrata prima del trasferimento. «Non