Quando Atteone perse la testa per Diana e diventò cervo

Quando Atteone perse la testa per Diana e diventò cervo

(Enzo Battarra) – Nel Parco della Reggia di Caserta, nel punto più elevato, a un passo dalla cascata e dalla fontana principale, dialoga con le figure mitologiche il ristorante “Diana e Atteone”. Il suo patron è Nino Scarpato. Qui si consuma il dramma dell’uomo cacciatore punito dalla sua dea e trasfigurato in cervo. Da qui si vede il Palazzo vanvitelliano in tutta la sua maestosità. Questo già basterebbe. Poi, una volta seduti a tavola, s’incontra il territorio, quello della mozzarella, della ricotta di bufala, degli ortaggi freschi. Lo chef ha molta cura nel preparare i piatti, si coniugano gusto e immagine. Non si dimentica un posto così.

A tavola il viaggio continua per un’altra emozione. Entrée di riso con zafferano del Matese: profumi nuovi e nostrani al tempo stesso. L’innovazione è nella sfida di misurarsi con un piatto forte della tradizione, la parmigiana di melanzane (in foto di copertina), che qui diventa al cucchiaio, cucinata al vapore. In questa pietanza regna sovrana la mozzarella, farcita, o meglio ancora contaminata da dadini di melanzane. E’ come voler ribadire che il gioiello vanvitelliano insiste su un territorio che è la Campania Felix. E ben vengano allora altri prodotti dell’orto, con il guazzetto di zucchine e basilico con quenelle di ricotta di bufala e verdure croccanti (in foto). Ma Terra di Lavoro è pur sempre bagnata dal mare, ed ecco allora gli gnocchi di patate con frutti di mare e pachino vesuviano (in foto). Per tutti i piatti ottimo l’abbinamento con il Riccio Bianco Alepa, un pallagrello che esalta le virtù enologiche di Terra di Lavoro.

whatsapp-image-2016-10-28-at-15-47-51    whatsapp-image-2016-10-28-at-15-48-30

Ci si potrebbe anche fermare qui, ma come non concedersi una millefoglie con crema pasticcera allo Strega. Deliziosa chiusura con un generoso sorso di “nucillo ‘e curti”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9728 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

We stop Covid, il Rotary Caserta Vanvitelli scende in campo

Al via il service “We stop Covid: Vaccini in tour” per sostenere la campagna  di vaccinazione anti Covid-19 e offrire alla comunità la possibilità di vaccinarsi garantendo la massima copertura

Primo piano

Sant’Anna. Il maltempo non ferma le celebrazioni in città

Maria Beatrice Crisci (Ph Carlo Riccio) – La festa della Santa Patrona Sant’Anna è una tradizione per Caserta che unisce grandi e piccoli. E neanche la pioggia caduta ieri abbondante sulla

Primo piano

Mettilo in agenda! Appunti e appuntamenti del week end

Emanuele Ventriglia -Non sai cosa fare durante il fine settimana? Ecco le principali iniziative che si svolgeranno sul territorio casertano! Sabato 8 Roccamonfina, dalle ore 9. Sagra della Castagna IGP