Randonnée Reale Borbonica, riuscito evento tra le bellezze del territorio

Randonnée Reale Borbonica, riuscito evento tra le bellezze del territorio

Redazione

-«Uno scenario eccezionale ha ospitato più di 200 cicloamatori che hanno avuto l’opportunità di pedalare nella cultura e nelle eccellenze delle province di Caserta e Benevento. Siamo arrivati alla sesta edizione con un successo di partecipanti e con un trend enorme di crescita». Così Giuseppe Gallina, vicepresidente Audax Randonneur Italia, delegato Randonnée asd Cambia all’indomani della Sesta Randonnée Reale Borbonica che ha visto una gran bella partecipazione.

La manifestazione, un ciclo itinerario di mobilità dolce, è stata organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica di promozione sociale Cambia, ovvero Campania bici, in collaborazione con la Direzione della Reggia di Caserta e il Comune di Piana di Monte Verna. «Ancora una volta – evidenzia Gallina, coordinatore dell’evento – la Reggia di Caserta ha aperto i suoi cancelli al sociale, allo sport e alla cultura. Un successo raggiunto anche grazie alle tredici comunità coinvolte, le tante associazioni e più di cento volontari impegnati. Una grande prova di rete di comunità, associazioni e la Reggia. Il messaggio è che un futuro di turismo di fruibilità del territorio in bici, sostenibile, è possibile. Grazie a Piana di Monte Verna per aver accolto la nostra proposta e per averla sposata in toto».

           Quest’anno la kermesse si è sviluppata in due giornate. Protagonista è stata proprio Piana di Monte Verna, luogo di partenza e arrivo. Soddisfatto il sindaco Stefano Lombardi: «C’è stata una grande partecipazione, tanti anche i turisti, strutture ricettive piene. L’obiettivo del progetto è stato raggiunto: turismo sostenibile con promozione del territorio e dell’enogastronomia. Un ringraziamento particolare va alla Pro Loco che. oltre a coordinare le iniziative, ha fatto in modo che tutto funzionasse nel migliore dei modi. Grazie all’associazione Cambia con il responsabile Giuseppe Gallina per aver scelto Piana di Monte Verna e la Reggia di Caserta. Ringrazio, poi, la Fagianeria luogo di proprietà della Cirio Agricola e in particolare il Ceo Pietro Fusco, per aver concesso di accedere e visitare questo sito borbonico privato, il Liceo Artistico di San Leucio con gli studenti e le studentesse. E non ultimi la polizia municipale, la protezione civile, le associazioni pianesi e tutti i cittadini che hanno collaborato».

Due le province interessate, quelle di Caserta e Benevento. Il tracciato si è sviluppato quasi totalmente su strade secondarie, da Piana di Monte Verna al Real Sito di Caccia della Fagianeria, luogo reale borbonico di proprietà della Parmalat. Quindi, la Reggia di Caserta, il Belvedere di San Leucio, passando per l’Oasi Wwf San Silvestro, Casertavecchia con l’Eremo di San Vitaliano, i Ponti della Valle, fino alle sorgenti del Fizzo ad Airola, dove nascono le acque che alimentano l’Acquedotto Carolino. Il percorso ha previsto il transito in borghi suggestivi come Dugenta, Puglianello, Alife, Pietravairano, Pietramelara, per ritornare a Piana di Monte Verna. La Randonnée Reale Borbonica si è conclusa con il Pasta Party e tante altre prelibatezze locali.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9768 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Arte

Castel Sant’Elmo, il restauro dell’opera di Gian Maria Tosatti

Roberta Greco -Tutto pronto per domani sabato 29 settembre per la presentazione al pubblico del restauro dell’opera «My dreams they’ll never surrender» di Gian Maria Tosatti. L’appuntamento è per le

Primo piano

Il teatro in strada, si conclude il tour di Scavalcamontagne

Pietro Battarra – Sarà Puccianiello di Caserta l’ultima tappa del tour di Scavalcamontagne. L’appuntamento è alle 21 presso la Parrocchia Santissimo Nome di Maria. E’ questo parte del progetto Tradizione & Traduzione diretto

Primo piano

Da Caserta a Parigi, è il cin cin di Tenuta Fontana per l’arte

(Pietro Battarra) – Cin cin, il tintinnio di bicchieri corre da Caserta a Parigi e ritorna. Milleseicento chilometri la distanza tra le due città. Ma per una sera sono state