Registro Tumori a Caserta. Finalmente si parte!

Registro Tumori a Caserta. Finalmente si parte!

(Enzo Battarra) – Auspicato, desiderato, addirittura implorato. Comincia a essere una realtà nella provincia di Caserta il Registro Tumori. La “prima” alla Reggia di Caserta, nella riscoperta Sala Romanelli, dal nome dell’autore dei maestosi quadri presenti in quell’ambiente regale.

A condurre i lavori Angelo D’Argenzio, direttore del Registro Tumori dell’Asl di Caserta, un registro di popolazione generale che copre tutti i 104 Comuni della provincia, per un totale di 924.614 abitanti. Tema del convegno scientifico “Patologie oncologiche in provincia di Caserta. Primi dati del Registro Tumori”.

Dai primi dati inerenti il triennio 2008-2010, si rileva che in provincia di Caserta sono stati diagnosticati 11.940 nuovi casi di tumore maligno, 6.685 (56%) tra i maschi e 5.255 (44%) tra le femmine. E si conoscono anche le percentuali di incidenza delle singole neoplasie.

Anche se i dati sono riferiti al triennio 2008-2010, è certamente questo il primo passo non solo per comprendere quale sia il rischio effettivo per i cittadini di Terra di Lavoro di ammalarsi di tumore, ma soprattutto per indirizzare le risorse sanitarie del territorio verso la prevenzione e la cura delle patologie più frequenti. Vanno individuate anche le specifiche zone della provincia dove prevalgono alcune neoplasie, magari sovrapponendo le mappe sanitarie con quelle del degrado ambientale per verificarne la corrispondenza. In realtà, si parte adesso finalmente con uno strumento che potrà consentire una programmazione dell’Asl e della Regione più appropriata alle esigenze del territorio.

Molte le autorità istituzionali e sanitarie presenti, con una platea che spesso ha anche espresso rimostranze se non addirittura intemperanze. Ma c’era da aspettarselo, il tema è molto sentito nell’opinione pubblica, come è ovvio che sia. E sono stati bravi i tecnici, nel corso della tavola rotonda finale, ben moderata – e non è stato facile – dal giornalista di settore Ettore Mautone, a indicare una terza via rispetto ai “negazionisti” e agli “allarmisti” o “colpevolisti” in tema di correlazione con il danno ambientale. La terza via non può non essere che quella scientifica, basata su dati certi. È quanto il Registro Tumori si propone di fare.

@EnzoBattarra

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7163 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Giornata del Contemporaneo, Bruno Donzelli da Arterrima

Claudio Sacco – “Assaggi d’Arte” è il titolo della mostra di Bruno Donzelli che sarà inaugurata sabato 13 ottobre alle ore 18,30 presso Arterrima contemporary in corso Trieste 167 a

Attualità

Vendite giudiziarie, basta un click. Incontro tecnico a Caserta

Maria Beatrice Crisci – «Siamo soddisfatti della partecipazione all’evento, 350 persone è proprio un bel numero. Ma, soprattutto, siamo contenti perché si è visto il vero riconoscimento del ruolo dei

Primo piano

Terrae Motus è vincolata a Caserta, parola di Raffaele Nogaro

Maria Beatrice Crisci – Raffaele Nogaro, vescovo emerito di Caserta, lo ha scritto già nel 2009, e precisamente in data 8 agosto. Il grande gallerista napoletano Lucio Amelio in più

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply