Sanità privata. AISA: il Commissario smentisce De Luca

Sanità privata. AISA: il Commissario smentisce De Luca

«Smentito, senza mezzi termini, il governatore Vincenzo De Luca dal commissario ad acta per l’attuazione del Piano di Rientro dai disavanzi sanitari della Campania Joseph Polimeni, con la nota inviata ai direttori generali delle ASL». Lo afferma a OndaWebTv Antonio Salvatore, presidente nazionale dell’AISA, l’Associazione Italiana della Specialistica Ambulatoriale. La vicenda è sempre quella della sanità privata in Campania.

E  chiarisce Antonio Salvatore: «Il presidente De Luca, con una nota inviata il 13 ottobre alle associazioni di categoria della sanità accreditata e ai sindacati, aveva garantito l’erogazione delle prestazioni essenziali (TAC, RM, PET, radioterapia, dialisi) sino a fine anno, mediante una contrattualizzazione integrativa “al costo”.

Il commissario Polimeni ha deciso di andare di diverso avviso, invitando i direttori generali delle ASL della Campania a non sottoscrivere alcun contratto con gli erogatori privati accreditati, nemmeno per le prestazioni essenziali.

Dal momento che, come avevamo previsto, in quasi tutte le ASL della Campania i budget – affetti da sottostima sistemica – sono esauriti, i pazienti saranno costretti a pagare di tasca propria le prestazioni o, in alternativa, a recarsi in altre Regioni per vedere soddisfatto il proprio diritto alla salute.

La posizione assunta dal Commissario ad acta è estremamente grave dal momento che, oltre a ledere il diritto alla salute dei cittadini bisognosi di cure, arreca grave pregiudizio alla tenuta economico-finanziaria del sistema salute regionale.

Giova ricordare che la Campania è riuscita negli ultimi anni a far quadrare i conti e a ridurre il saldo di mobilità extra regione.

La scelta del Commissario alimenterà nuovamente la migrazione passiva dei pazienti campani a favore delle altre Regioni, in danno degli operatori nostrani e di tutti coloro che, a vario titolo, operano nel sistema salute regionale».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

Pandemia. Confesercenti, imprese in piazza anche a Caserta

Maria Beatrice Crisci -Anche a Caserta ieri tutte le categorie del commercio aderenti a Confesercenti sono scese in piazza. Attraverso i loro rappresentanti, hanno chiesto al Governo “di riaprire subito

Attualità 0 Comments

Coldiretti Caserta. Manuel Lombardi presenta la sua squadra

Pietro Battarra – “Grande rinnovamento nella squadra Coldiretti Caserta con l’inserimento di tanti giovani con il loro entusiasmo ci aiuteranno a guidare la nostra organizzazione verso nuove ed affascinanti sfide

Che colori e che luci! Claude Monet vivrà nel ventre di Napoli

Enzo Battarra – Sarà una festa di colori e di luci, ma sarà soprattutto una festa per l’arte. La grande mostra internazionale “Claude Monet: the Immersive Experience” arriva nel ventre

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply