Sanità privata, per l’AISA è scontro frontale in Campania

Sanità privata, per l’AISA è scontro frontale in Campania

(Beatrice Crisci) – La crisi per la Sanità privata in Campania si fa sempre più grave. “Si sta andando allo scontro frontale”: lo dice Antonio Salvatore, presidente nazionale dell’AISA, l’Associazione Italiana della Specialistica Ambulatoriale. E aggiunge: “Le cliniche hanno confermato i licenziamenti ed è stato chiesto un nuovo intervento di De Luca. Ma le criticità dipendono dal Ministero e non dai Commissari alla Regione. Persistono i diktat romani come il blocco della migrazione attiva extra Regione e il vincolo di spesa”.

Intanto, stanno già arrivando le prime comunicazioni di chiusura di prestazioni da parte delle cliniche e dei centri privati per il raggiungimento dei tetti di spesa, per cui ci sono zone nel territorio campano in cui è già partita la sospensione dei servizi.

E fa sentire la sua voce anche Vincenzo D’Anna, presidente di Federlab Italia, l’associazione di categoria maggiormente rappresentativa, a livello nazionale, dei laboratori di analisi cliniche dei centri poliambulatori privati accreditati con il Servizio Sanitario. Questa la sua dichiarazione a margine della conferenza stampa tenutasi nella sede di Confindustria Campania a Napoli: “Sono pronto a dichiarare guerra per la buona sanità in Campania e a occupare fisicamente la struttura commissariale, se necessario, insieme con tutti i laboratoristi. Per fortuna – ha spiegato D’Anna – i vertici di Palazzo Santa Lucia sono cambiati, peccato però che il governo centrale continui a considerarci, a torto, una regione ‘canaglia’. La verità è che la Campania riceve briciole rispetto a regioni considerate ‘virtuose’ come il Piemonte o l’Emilia Romagna. Eppure, secondo i dati ministeriali della tessera sanitaria, i campani utilizzano appena 9,8 prestazioni pro capite all’anno a fronte di una media nazionale di 12,9 prestazioni. Come se non bastasse, la spesa statale impegnata per un cittadino della nostra regione è di soli 148 euro a fronte dei 215 euro impegnati, ad esempio, in Lombardia”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7157 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Sport

La Kioto VolAlto si prepara alla sfida con la Lilliput Settimo Torinese

Preparazione a ranghi compatti in casa Kioto. Coach Gagliardi, insieme ai suoi assistenti Russo, Chirichella, Sarubbi e Colasanto, sta preparando la sfida con la Lilliput Settimo Torinese senza lasciare nulla

Primo piano

Nudo/Natura, le fotografie di Rosario Ascione da Alterum

Claudio Sacco -Nella sede dell’associazione culturale Alterum venerdì 6 marzo alle ore 19, il vernissage della mostra fotografica Nudo/Natura di Rosario Ascione a cura di Francesca Sciarra. Nudo/Natura è il

Attualità

Il Don Gnocchi è di buona Costituzione, va in finale nel contest

Claudio Sacco – L’istituto Don Gnocchi di Maddaloni tra le prime cinque scuole classificate tra le 20 squadre indicate come finaliste al Concorso nazionale “Rileggiamo l’articolo 34 della Costituzione”. Un

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply