Sempre Fausto! La vita scritta con la chitarra

Sempre Fausto! La vita scritta con la chitarra

(Enzo Battarra) – Ciao, Fausto! Sono questi i momenti in cui il sistema dei social media porta a scovare di tutto, vecchie incisioni su YouTube come articoli impressi indelebilmente su internet. Sono questi i momenti generic cialis che nessuno vorrebbe vivere, perché troppo dolorosi, troppo amari. Certo, altre persone care, altri amici sono andati via, altri artisti hanno finito di creare, altre storie si sono consumate e si sono concluse nel silenzio dell’assenza. Ma la tua perdita è veramente un pugno nello stomaco.

Fausto MesolellaFausto Mesolella lo sapeva, prima o poi sarebbe andato a incontrare Jimi Hendrix. Aveva un paio di cose da chiedergli da alcuni decenni, da quando negli anni 70 era il chitarrista che a Caserta più di ogni altro si apriva alle sperimentazioni sonore, a quella che veniva definita avanguardia. Suonava, Fausto, suonava i pezzi di Jimi Hendrix e lo si ascoltava rapiti, per provigil la qualità della musica, per il virtuosismo tecnico, per la scelta appropriata. E da allora ha continuato a suonare fino a far fiorire la musica anche lì dove era difficile che attecchisse.

Degli Avion Travel è stato il padre putativo per questioni anagrafiche ma anche per la sua generosità quasi paterna, per la sua dedizione, per la sua disponibilità al sacrificio, per il suo prodigarsi a favore degli svantaggiati. Sempre ironico, sempre presente, sempre pronto. Sempre Fausto!

Mancherai al mondo della musica internazionale, ma mancherai soprattutto a questa città.  Mancherai a tutti quanti ti hanno conosciuto, frequentato, apprezzato e applaudito anche decine e decine di volte. Mancheranno i tuoi caffè del mattino ripresi in diretta Facebook, mancheranno i tuoi assoli di chitarra. Ma mancherai soprattutto tu, con la tua sobrietà, con la tua umiltà, con il tuo sorriso. E Caserta sa che se è riuscita a costruirsi il mito di piccola Atene uno dei basamenti modalert 200mg sei stato proprio tu. Si scende tutti dall’acropoli molto più poveri e soprattutto molto più tristi. Caserta, la tua città, da oggi non sarà più la stessa.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9728 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

De Luca: Primavera nuova stagione per welfare e terzo settore

(Luigi D’Ambra) – Welfare e terzo settore a confronto con istituzioni e società civile. Sono stati oltre 1800 i rappresentanti del mondo dell’associazionismo e del volontariato che hanno partecipato alla

Primo piano

Festa dell’Ascensione a Carditello, un week end ricco di eventi

Luigi Fusco -Un week end ricco di appuntamenti è previsto al Real Sito di Carditello in occasione della Festa dell’Ascensione, tra le più importanti manifestazioni equestri popolari istituite, a partire

Primo piano

Compagni di scuola e di note, Hengeller e Raiz al Trianon

Roberta Greco -Da compagni di scuola a compagni di note, Lorenzo Hengeller e Raiz suoneranno insieme per la prima volta sul palco, dopo le esperienze liceali, al Teatro della Canzone