Settembre al Borgo. Gran finale all’Eremo di San Vitaliano

Settembre al Borgo. Gran finale all’Eremo di San Vitaliano

Claudio Sacco (ph Pino Attanasio)

coppola - palermo– Il Settembre al Borgo targato Enzo Avitabile chiude domani lunedì 10 settembre all’Eremo di San Vitaliano di Casola. Il concerto vedrà protagonista alle ore 21 il tenore e attore Pino De Vittorio, in scena con «Tarantelle del rimorso». Tra brani della tradizione popolare e ritmi folk, troveranno spazio tarantelle, serenate, canti d’amore e di lavoro, nenie e stornelli del Sud. Con lui sul palco, in questo viaggio tra villanelle e canzoni veraci, ci sarà il chitarrista Marcello Vitale, uno dei maggior cultori della chitarra battente in Italia. Sempre all’Eremo verrà presentato alle 19,30 il libro di Luca Palermo, «Caserta 70 – movimenti artistici in Terra di Lavoro», edito da Terre Blu, Caserta.

E’ questo il ponderoso volume scritto dal docente universitario della Vanvitelli Luca Palermo sull’arte all’ombra della Reggia nel decennio più fertile per la creatività visiva del territorio. Sarà quella di domani la seconda presentazione del libro, dopo quella ospitata presso la sede della casa editrice casertana. Insieme con l’autore, interverranno il direttore artistico del Settembre al Borgo Enzo Avitabile, il giornalista Luigi Ferraiuolo, che per il festival ha curato la sezione di scrittura, e l’architetto Giuseppe Coppola, fondatore di Terre Blu.

Il volume narra i Seventies a Caserta e in provincia. In quegli straordinari anni Settanta la ricerca artistica in Terra di Lavoro rappresentava veramente un’avanguardia, con riscontri in prestigiose rassegne internazionali come la Biennale di Venezia. Ma quel decennio non è stato magico solo per le arti visive, ma ha costituito le basi, il percorso formativo di una nuova generazione di intellettuali casertani, attori, musicisti, scrittori, che sono saliti poi alla ribalta negli anni successivi, portando il nome della città in contesti culturali di assoluto rilievo. Se di Caserta si è parlato come della piccola Atene è perché in quel decennio c’è stata una produzione innovativa.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8812 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Street art in Foresta, ecco il Sant’Andrea di Massimo Pastore

Maria Beatrice Crisci -E’ dedicata a Sant’Andrea la grande opera fotografica dell’artista napoletano Massimo Pastore. Da ieri sera è possibile vederla nella chiesa cinquecentesca di Sant’Andrea nel borgo Foresta, frazione

Comunicati 0 Comments

Campania by Night non stop, le proposte Scabec di Ferragosto

-Proseguono anche nella settimana di Ferragosto gli appuntamenti di Campania By Night, la tradizionale proposta di Scabec che da 6 anni propone a turisti e residenti luoghi d’arte e musei da

Primo piano 0 Comments

A Nola ritorna il Premio letterario Il Candelaio. Doppio evento

-A Nola Maria Grazia Cucinotta, Raiz, Titti Marrone, Matteo Bassetti e Simonetta Gola. Il doppio appuntamento venerdì 22 aprile e venerdì 6 maggio. L’iniziativa del circolo culturale Passepartout.Doppio appuntamento a

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply