Tallioo, e ora tutti a tavola! Fofò Ferriere ci mette il cuore

Tallioo, e ora tutti a tavola! Fofò Ferriere ci mette il cuore

(Enzo Battarra) . “Tally-ho“, la volpe è stata avvistata! Lo gridano i cavalieri inglesi quando la preda è a tiro. Tallioo è il nome che il mitico Fofò Ferriere scelse qualche decina di anni fa per il suo pub nel centro storico di San Giorgio a Cremano. E la prima sala ha mantenuto l’accogliente fascino di una birreria d’epoca. Ma Tallioo non finisce qui. C’è un sontuoso giardino, ci sono altre sale, c’è la taverna, c’è il bar. A lavorarci è tutta la famiglia Ferriere, mentre il publican Fofò ha ormai compiti di ambasciatore della cucina tradizionale campana. Ebbene sì, immersi un un ambiente anglosassone, mentre si bevono splendide birre belghe, ecco arrivare in tavola i sapori e gli odori straordinari di pietanze antiche e prelibate della Campania Felix, dove la scelta delle materie prime è meticolosa, si potrebbe dire puntigliosa. Qui non si parla di pomodoro, ma delle centinaia di varietà che crescono all’ombra del Vesuvio. E una di queste varietà è finita nella bottiglietta di tomato ketchup sotto il marchio “Il cuore di Fofò”.

schermata-2016-10-11-alle-15-06-11

Come non assaggiare le pizze rustiche e le frittate, figlie dell’arte atavica di sapersi arrangiare con quello che c’è in cucina, senza sprecare nulla. Come non gustare le verdure grigliate insaporite da un olio che porta ricchezza alla portata, o la deliziosa provola di Agerola accompagnata dai “suoi” pomodori.

schermata-2016-10-11-alle-15-06-34E come ci si può tirare indietro davanti alla zuppiera dove c’è il trionfo della trippa, quella che nei ricordi di ognuno è legata alla capacità della nonna di tagliare pezzo a pezzo le frattaglie dello stomaco bovino. E ci dovevano essere tutte e quattro le componenti gastriche, compreso il centopelli, la parte più magra, forse anche la più divertente al palato. Ebbene, da Fofò Ferriere si può assaggiare una trippa all’insalata di cui si era persa la memoria.

E mentre si continuano a bere birre prodotte in remote abbazie, è possibile incontrare lì da Tallioo i coniugi Raffaele e Teresa Fontana, coloro che hanno dato l’avvio all’azienda vinicola Tenuta Fontana di Carinaro, condotta in buona parte oggi dai giovanissimi figli Mariapina e Antonio. C’è una grande amicizia con Fofò Ferriere e proprio insieme con il publican di San Giorgio a Cremano la famiglia Fontana ha partecipato alle manifestazioni nazionali di maggior richiamo sotto l’egida di Dispensa Italiana del consorzio Gruppo Eventi.schermata-2016-10-11-alle-15-06-50

Si bevono birre al Tallioo, ma soprattutto si continuano a mangiare grandi pietanze. Chi lo ricorda il pollo alla cacciatora, ma quello fatto proprio bene bene? E’ un piatto che rischiava di essere dimenticato o, ancor peggio, sostituito da insostenibili imitazioni. Invece, eccolo lì, trionfare al centro della tavola. Il gusto è straordinario, così raffinato che se non lo si vedesse non si crederebbe che fosse un pollo.schermata-2016-10-11-alle-15-06-23

E dopo quello che era un classico secondo piatto, per un vezzo,  arrivano in tavola gli spaghettoni succulenti. Di Gragnano si dirà subito? Ebbene, Fofò Ferriere, che è amico personale oltre che cliente dei maggiori pastai vesuviani, quando sceglie gli spaghettoni si affida a un produttore collocato in un posto unico, ai piedi delle Dolomiti, l’azienda Felicetti. E va detto che, se ci si spoglia dell’orgoglio partenopeo, questa pasta trentina è straordinariamente buona!

In compenso, a concludere la cena ci pensa un gelato che vive più a sud di Napoli. E’ il tartufo di Pizzo Calabro. E’ come vincere facile. Nell’occasione sono state servite le varietà alla nocciola, quella classica, e al pistacchio. Carezzevoli! Ma sarà opportuno tornare da Tallioo per scoprire gli altri gusti… e soprattutto per assaporare le rinomate polpette. Una serata non può bastare per conoscere tutto.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

A Caserta le gioie che fanno moda, cocktail event al NidaBar

Maria Beatrice Crisci – Il bello della moda incontra il bello dei gioielli. L‘appuntamento è per giovedì 8 febbraio alle ore 18,30. In perfetto stile loft milanese con terrazza panoramica

Primo piano 0 Comments

Caserta, il calcio secondo Bellinazzo. Con il Napoli nel cuore

Maria Beatrice Crisci – Il Vovo Pacomio, suggestivo salotto culturale della città di Caserta, ha ospitato la presentazione del libro di Marco Bellinazzo “I veri padroni del calcio”, edito da Feltrinelli. Con

Cultura 0 Comments

Giovedì al Museo Campano. La lectio di Gennaro Carillo

Claudio Sacco – Il ciclo di incontri dal titolo “Giovedì al Museo Campano” si prepara al terzo appuntamento. Protagonista sarà Gennaro Carillo, professore ordinario di Storia del pensiero politico al

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply