Toponomastica al Femminile, una tre giorni a Napoli

Toponomastica al Femminile, una tre giorni a Napoli

(Redazione) – Sarà Napoli ad ospitare da venerdì a domenica, tre giornate di incontri, dibattiti, conversazioni e confronti nel quinto Convegno Nazionale di Toponomastica Femminile, organizzato con la Federazione nazionale degli Insegnanti. “Cambi di rotte. Toponomastica femminile: azioni e politiche di genere” è il tema generale degli incontri che si terranno, l’11 e il 12 novembre, al Complesso Monumentale di S. Maria La Nova, sede Città metropolitana, il 13 novembre a Villa Floridiana, Museo Duca di Martina, Salone delle Feste. Nei primi due giorni si potrà visitare anche la mostra fotografica “Donne e lavoro”. Toponomastica Femminile è giovane ma ha fatto già molta strada. Erano gli albori del 2012 quando su iniziativa di Maria Pia Ercolini nasceva su Facebook un gruppo con questo nome, «con l’idea di impostare ricerche – spiega l’ideatrice -, pubblicare dati e fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani in senso lato, fossero dedicati alle donne per compensare l’evidente sessismo che caratterizza l’attuale odonomastica». Il tam tam tra quante sono da anni impegnate negli studi di genere ha visto partire un censimento accurato e minuzioso di tutti i comuni d’Italia e di alcune realtà d’oltralpe. Dall’impegno di tante sono nate le prime guide di Toponomastica femminile. «La storia ufficiale – continua Ercolini – ha spesso dimenticato le donne e il loro operato. Oggi, colmare il vuoto creato da questa dimenticanza significa riscoprire figure significative e originali, ma vuol dire anche imparare a guardare la storia e la vita di tutte/i con occhi diversi, capaci di cogliere valori dagli orizzonti più ampi». La scelta di Napoli non è stata casuale. «Riequilibrare e rendere visibile il talento delle donne nelle strade delle città – spiega Giuliana Cacciapuoti, referente per la Campania di toponomastica -, quale atto duraturo e non effimero, è stato il primo obiettivo che ci siamo poste e che ha visto la città di Napoli in prima linea con l’approvazione del nuovo innovativo “Regolamento per la toponomastica cittadina”. Se occorre essere nominate per essere ricordate, Napoli, città femminile per eccellenza nell’immaginario collettivo, ha cominciato, a partire dalla Regolamentazione odonomastica rivisitata in chiave di genere, a colmare il divario tra intitolazioni al maschile e al femminile presenti in ogni città». Molte le iniziative messe in campo in questi quattro anni dalle membre di Toponomastica tanto che, durante il Congresso mondiale delle Donne dell’America Latina, tenutosi il 31 marzo scorso a Milano, Maria Pia Ercolini e il gruppo di Toponomastica femminile hanno ricevuto il premio Donne che ce l’hanno fatta. La partecipazione alla tre giorni è libera e gratuita. La condivisione con la Fnism permetterà alle docenti e ai docenti che parteciperanno di avere l’attestato valido come corso di aggiornamento. Di seguito il programma della tre giorni.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

Reggia di Caserta, nuovo look per il varco di Corso Giannone

(Beatrice Crisci) – Dalle parole ai fatti. Lo scorso 15 giugno l’incontro con Mauro Felicori, direttore della Reggia di Caserta, davanti all’ingresso del Parco in Corso Giannone per annunciare l’avvio

Primo piano 0 Comments

Il Corruttore, dopo Caserta al via il tour di presentazioni

Maria Beatrice Crisci – Dopo la prima presentazione a Caserta alla Biblioteca Diocesana, il romanzo Il Corruttore di Alberto Di Nardi arriva a Santa Maria Capua Vetere. L’appuntamento è per sabato

Cultura 0 Comments

La Casalese, pronti per il primo ciak. Si cercano i nuovi volti

Maria Beatrice Crisci – “Stiamo cercando volti nuovi, ma soprattutto originali. Non ci sarà sicuramente il volto del brutto e cattivo. Questa è la precisa richiesta della regista Antonella D’Agostino

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply