Tramonti al Belvedere, coccole musicali da vivere in terrazza

Tramonti al Belvedere, coccole musicali da vivere in terrazza

Redazione

– Tramonti al Belvedere è la rassegna di musica in programma nel mese di giugno. Location d’eccezione sarà la Terrazza del Belvedere di San Leucio. L’evento nasce dalla collaborazione tra la Pro loco Real Sito di San Leucio e la Genovesemanagement di Gianni Genovese. Saranno quattro i concerti di musica d’ascolto al tramonto, quindi intorno alle 21. Appuntamento nelle domeniche di giugno. Il via il 4 giugno con il pianoforte di Alessandro Crescenzo, direttore d’orchestra del festival Bianca d’Aponte. Il maestro vanta collaborazioni in Rai e con Renato Zero, Gigi D’Alessio, Mariella Nava, Bungaro, Simona Molinari e tanti altri. Con lui la suadente voce calda di Roberta Andreozzi. Genovese anticipa: «La peculiarità della rassegna è quella d’immergere l’ascoltatore in questa versione quasi del tutto acustica, dove la bellezza sarà la vera protagonista accompagnata dalla musica».
Quindi, domenica 11 giugno le vibrazioni al tramonto con il Duo Sunset Vibes, il sax di Gianni d’Argenzio e le chitarre di Augusto Ausanio che ci porteranno da Sonny Rollins alle più belle hits in versione jazz fusion. E ancora, il 18 giugno la maestria del compositore Francesco Oliviero che ci porterà in giro per il mondo cinematografico. «Oliviero – continua Gianni Genovese – vanta innumerevoli collaborazioni. Ricordiamo quelle di Sanremo con Orietta Berti, ma anche con il regista Pupi Avati, con Giampaolo Gentile per la colonna sonora di “Per una sporca stella” e senza dimenticare NCCP – Noa. E poi con l’indimenticabile Fausto Mesolella».
Domenica 25 giugno sarà la volta di Linda Andresano voce, anima soul dalle sfumature jazz. L’artista ritorna a Caserta dopo il suo ultimo lavoro discografico registrato in Inghilterra dove è stata protagonista nei migliori jazz club. Al suo fianco si siederà al pianoforte il polistrumentista Lello Petrarca, rinomato pianista jazz dalla miriade di sfumature e accenti che riesce a miscelare alle sonorità mediterranee. Quindi, l’invito di Gianni Genovese: «A questo punto, non ci resta che essere coccolati dalla musica».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9782 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Arte

Frammenti di Matres. L’arte contemporanea al Museo Campano

Maria Beatrice Crisci -Al Museo Provinciale Campano di Capua è stata inauguta la mostra personale di Giorgia Di Lorenzo «Frammenti di Matres. Tra antico e contemporaneo». A curarla è Maria

Primo piano

16 luglio, il ricordo di Crescenzo Del Vecchio artista-maestro

Enzo Battarra – Il 16 luglio è un giorno mesto per l’arte casertana. In questa data nel 2006 veniva a mancare a Maddaloni l’artista Crescenzo Del Vecchio Berlingieri, una delle figure più autorevoli espresse dal territorio campano nella

Cultura

Il Trionfo del Tempo e del Disinganno, il concerto a Solopaca

Maria Beatrice Crisci -Continuano i concerti della rassegna «Il Trionfo del Tempo e del Disinganno». L’appuntamento è per domenica alle 19 a Solopaca (BN), al palazzo ducale. Luci del barocco