Una parola al mese. Inizia il terzo anno con la Parthenope

Una parola al mese. Inizia il terzo anno con la Parthenope

(Jacopo Varchetta*) – Prende il via il terzo anno della rubrica di approfondimento lessiculturale “Ogni mese una parola. Una parola al mese” a cura del Dottorato di Ricerca in Eurolinguaggi scientifici, tecnologici e letterari, Economia quantitativa ed Eurolinguaggi per la sostenibilità e il benessere ed Eurolinguaggi e Terminologie specialistiche, iniziativa che nasce dalla collaborazione di OndaWebTv con l’Università Parthenope.

La lingua non è statica, ma, al contrario, segue un incessante e continuo processo di evoluzione, percepibile soltanto nel tempo. Parole e significati nascono e muoiono, mutano e si evolvono e, talvolta, alcune parole assumono un particolare interesse in virtù della loro attualità, complessità e originalità, o, ancora, perché sono ideate ad hoc per designare un nuovo concetto.

La sezione mensile di approfondimento lessiculturale “Ogni mese una parola. Una parola al mese” intende porre l’accento proprio su queste parole così intriganti, tanto italiane quanto straniere, per mettere in luce la realtà sociale che spesso nascondono. Mese dopo mese i dottorandi dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope afferenti ai Dottorati di Ricerca in Eurolinguaggi scientifici, tecnologici e letterari, Economia quantitativa ed Eurolinguaggi per la sostenibilità del benessere ed Eurolinguaggi e Terminologie specialistiche si stanno alternando in questa interessante iniziativa, condotta in collaborazione con la testata giornalistica online OndaWebTv diretta da Maria Beatrice Crisci, con l’obiettivo di promuovere a livello locale un’attività già proposta da numerose istituzioni internazionali. L’iniziativa si avvale del prezioso patrocinio offerto dal CEICC – Europe Direct Napoli e dalla SIDEF, Società Italiana dei Francesisti.

Anche quest’anno i dottorandi, nei loro articoli, consultabili sia sul sito di OndaWebTv sia sulla pagina Facebook, presentano e analizzano parole apparse per la prima volta in anni recenti e con significativa frequenza e termini preesistenti rideterminati semanticamente o rilanciati nell’uso pubblico, parole particolarmente interessanti, sia per la loro attualità, complessità, originalità, o perché si tratta di termini di recente ideazione.

* Università Parthenope

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9571 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Pulcinella, va’ a farti friggere… il coppolone. Da Bell e Kavr

(Enzo Battarra) – È il tutulus, o se si preferisce il coppolone. È il cappello di Pulcinella, ma anche di altre maschere e personaggi antecedenti alla nascita del simbolo partenopeo. Come il

Attualità

Pari Opportunià del Comune, è Antonella Serpico la presidente

Redazione – Si è insediata questa mattina nella Sala Consiliare di Palazzo Castropignano, la Commissione Pari Opportunità del Comune di Caserta. Componenti della Commissione l’Assessore alle Pari Opportunità Emilianna Credentino,

Cultura

La Musica dipinta, al Comunale di Caserta in ricordo di Italo

Claudio Sacco «La Musica Dipinta. Paralipomeni di una sinestesia». È questo il titolo dell’evento che venerdì 27 dicembre alle ore 20,30 sarà ospitato al Teatro Comunale Costantino Parravano di Caserta.