V:ertigo, in Ateneo i registi Fabio e Damiano D’Innocenzo

V:ertigo, in Ateneo i registi Fabio e Damiano D’Innocenzo

(Comunicato stampa) – I registi Fabio e Damiano D’Innocenzo alla Vanvitelli per V:ertigo, la rassegna su Cinema e Follia. È il secondo appuntamento della prima edizione di V:ertigo in Ateneo (ore 10 – Rettorato viale Ellittico a Caserta), il progetto finanziato dal Ministero della Cultura, Direzione generale CINEMA E AUDIOVISIVO e in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania. Una rassegna che vede la presenza di registi, ricercatori e docenti, affiancati da critici e giornalisti cinematografici, al fine di avvicinare un pubblico di non addetti ai lavori e di giovani, al cinema e alle ricerche scientifiche legate alla storia della follia. Il progetto, promosso dall’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, con la Direzione scientifica dei docenti Antimo Cesaro, Delegato del Rettore alla Cultura, e Marianna Pignata, Delegata alle Pari Opportunità, organizzato da Cineventi, con la Direzione Artistica di Remigio Truocchio, ha come obiettivo di incentivare un ritorno alla cultura del cinema quale mezzo di espressione artistica, strumento di crescita culturale, di comunicazione e coesione sociale anche negli ambienti universitari. Ogni proiezione sarà, perciò, accompagnata da un talk in cui si metteranno in evidenza sia profili scientifici legati alle tematiche affrontate nei film, che aspetti più propriamente cinematografici.

L’appuntamento di domani è aperto al pubblico ed in collaborazione con il Liceo Statale Alessandro Manzoni di Caserta. L’incontro è curato dal critico cinematografico Federico Pontiggia.

******

Damiano D’Innocenzo (Roma, 14 luglio 1988) e Fabio D’Innocenzo (Roma, 14 luglio 1988) sono due registi, sceneggiatori, poeti e fotografi.

Nel 2018 realizzano il loro primo lungometraggio La terra dell’abbastanza e hanno l’occasione di presentarlo nella sezione “Panorama” della 68ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino, suscitando l’interesse di critica e pubblico. Il film ottiene numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali, tra cui miglior opera prima e migliori registi esordienti ai Nastri d’argento 2018. Successivamente collaborano alla sceneggiatura del film di Matteo Garrone Dogman.

Nel 2019 pubblicano con La nave di Teseo la loro prima raccolta di poesie Mia Madre è un’arma. Nel 2020 pubblicano con Contrasto il loro primo libro fotografico Farmacia Notturna.

Il loro secondo film da registi, Favolacce, è stato selezionato in concorso al Festival di Berlino 2020 e ha ricevuto l’Orso d’argento per la migliore sceneggiatura, anch’essa firmata da loro. Il film vince anche cinque Nastri d’argento 2020, tra cui miglior film.

Il terzo film, America Latina, viene proposto in concorso alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia del 2021.

La loro miniserie televisiva Dostoevskij ha debuttato nella sezione “Berlinale Special” della 74ª edizione del Festival di Berlino.

About author

You might also like

Primo piano

Ventotto anni di sagra. Sant’Arpino, la capitale del Casatiello

Alessandra D’alessandro -Dopo due anni di assenza a causa della pandemia, a Sant’Arpino finalmente ritorna la “Sagra del Casatiello”. La ventottesima edizione della sagra si terrà dal 17 al 19

Comunicati

La Mansarda, dall’Artec borse di studio a tre giovani talenti

-Grazie alla lodevole iniziativa dell’Artec Campania (Associazione Regionale  Teatrale della Campania), presieduta da Lello Serao, che ha promosso la borsa di studio “Emanuele Capissi “dedicata al giovane danzatore scomparso prematuramente lo

Primo piano

“L’amica geniale”, anteprima a Venezia con Francesco Piccolo

Maria Beatrice Crisci – “La Ferrante è stata molto vicina al progetto e fin dall’inizio l’abbiamo sentita non come una sorvegliante dei libri, ma del tentativo di fare questa trasposizione.