ZTL a Caserta. Il Coasca chiede un piano del traffico

ZTL a Caserta. Il Coasca chiede un piano del traffico

Il Coasca, il Coordinamento delle Associazioni Casertane, ancora una volta si mostra stupito dalle notizie apparse sulla stampa cittadina nel periodo di Ferragosto in cui si fa riferimento a una prossima ordinanza predisposta dalla nuova Amministrazione comunale relativamente alla Ztl sul Corso Trieste e all’inversione dei sensi di marcia in alcune strade cittadine del centro storico.

Tale iniziativa – dichiara il presidente Marcello Natalesi preannuncia come l’ennesimo tentativo di regolamentare un dispositivo di viabilità senza preoccuparsi di predisporre un piano generale del traffico. Peraltro la decisione, presa a senso unico dall’Amministrazione, al di fuori del tavolo della città, di cui il Coasca è componente si basa su motivazioni non convincenti, quale quella di dare sollievo alla crisi commerciale della città permettendo alle macchine di attraversare corso Trieste nell’orario di apertura dei negozi con conseguente notevole impatto ambientale ed ecologico a danno dei pedoni e, non ultimo, del manto stradale che non è stato progettato per sopportare il grande traffico”.

Il Coordinamento delle Associazioni sottolinea in una nota che i commercianti sanno bene che la condizione disastrosa del commercio cittadino è dovuta a una situazione contingente generale e particolare del territorio, che registra la presenza di grossi centri commerciali alle porte della città, veri e propri attrattori di consumatori. “Va da sé – ribadiscono le associazioni aderenti al Coasca – che il pannolino caldo dell’apertura del corso Trieste non riuscirà mai a risollevare le sorti del commercino nella città. Invece, abbiamo la necessità di altri interventi che la nuova Amministrazione, targata Marino, deve mettere in cantiere, come, peraltro, annunciato durante la campagna elettorale.

Dal canto suo il Coordinamento chiede agli amministratori un monitoraggio dei flussi veicolari e dell’impatto delle auto su corso Trieste, via Roma e via Battisti per  consentire la valutazione sui benefici economici al comparto commerciale; navette di collegamento tra i principali snodi di traffico, anche in considerazione dei tanti parcheggi ubicati nei pressi di corso Trieste; la predisposizione di informazioni elettroniche di orari e percorsi dei mezzi pubblici con aggiornamento in tempo reale dei tempi di percorrenza; assegnazione dei pass e concessione dei permessi fatte con rigore, rispettose delle normative vigenti e solo in base a documentate esigenze degli abitanti e di altri eventuali richiedenti che ne abbiano diritto; sistematici e stabili controlli da parte della Polizia urbana per il rispetto dell’utilizzo dei contrassegno dei disabili per il contrasto al parcheggio abusivo; nonché un impianto di segnalazione stradale all’ingresso della città con l’indicazione dei parcheggi. Nel contempo lo stesso Coasca chiede agli operatori commerciali casertani una maggiore varietà di prodotti in vendita che possa richiamare e soddisfare clienti con esigenze e “portafogli” diversi, anche in considerazione dell’attuale e generalizzata crisi economica; l’attivazione in strada, nelle adiacenze dei punti vendita, di attrattori di vario genere, quali musica, gadget, piccoli giochi, giostrine, che facciano da richiamo e invito a frequentare la zona, ammirare e acquistare la merce; di regolamentare l’istallazione dei gazebo, lasciando liberi i marciapiedi e utilizzando materiali e colori consoni all’ambiente del Corso; rispettare il regolamento comunale per la realizzazione delle vetrine; farsi parte attiva nell’utilizzo dei mezzi pubblici distribuendo volantini informativi con l’orario e gli abbonamenti a prezzo ridotto.

Non si riesce a comprendere – afferma Natale – come sia stato possibile realizzare Ztl e/o isole pedonali a Benevento, Avellino e Salerno, città anch’esse ingolfate di traffico e afflitte dalla crisi economica, ma con caratteristiche stradali diverse da Caserta, mentre si tende a eliminarla nel capoluogo di Terra di Lavoro, città fortunatamente pianeggiante e facilmente pedonabile”. Il Coasca ricorda che la Zona a Traffico Limitato è stata caldeggiata dai cittadini casertani per una migliore qualità della vita e per una riduzione dello smog nelle zone destinate prevalentemente allo shopping e al passeggio. Quindi  il  Coordinamento delle Associazioni Casertane, ritenendo che i cittadini vadano tutelati nel mantenimento e nella fruizione di una conquista civile, di cui il sindaco Carlo Marino si era fatto garante, chiede alle istituzioni competenti, prima di adottare gli opportuni provvedimenti, di interpellare i cittadini.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7171 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

Junior original concert, mini ambasciatori di musica a Caserta

Maria Beatrice Crisci – «Io sono davvero molto felice perché, oltre ad ascoltare questi piccoli compositori che hanno scritto brani davvero emozionanti, sapere che la musica è al servizio di

Cultura

Preziosi incanta il pubblico dell’Anfiteatro con il suo Prometeo

Una serata indimenticabile. Ai nostri giorni poter partecipare senza oneri e restrizioni ad eventi di così alto spessore, e godere allo stesso tempo del fascino di luoghi simbolo del nostro

Primo piano

Reggia. Da Artemiasia a Hackert, ultima giornata di studio

Maria Beatrice Crisci -Sabato alle 17, per gli Incontri d’arte nel Teatro di Corte della Reggia di Caserta, la quarta e ultima giornata studio sulla mostra “Da Artemisia a Hackert”.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply