Festa del Gelato a Caserta, vince Briò la disfida dell’albicocca

Festa del Gelato a Caserta, vince Briò la disfida dell’albicocca

Regina Della Torre

7283f9a6-c9c7-46d4-a9b5-2ea6a35e358a- Il gelato artigianale del maestro gelatiere Agostino Napoli della gelateria Briò di Mercato San Severino e Santa Maria di Castellabate, in provincia di Salerno, ha trionfato nella terza edizione della Festa del Gelato Artigianale di Alta Qualità “Ice to meet you” di Caserta.

L’iniziativa è stata organizzata dal Movimento Turismo del cioccolato e delle eccellenze italiane presieduto da Gianfranco Ferrigno, in collaborazione con Tanagro Legno Idea, con il patrocinio del Comune di Caserta. Il maestro gelatiere Napoli ha ottenuto il punteggio migliore dalla giuria che ha valutato sapore, struttura, grado di dolcezza e cremosità.

IMG_3158La competizione si è svolta nel “villaggio del gelato” in Piazza Gramsci, all’angolo con viale Giulio Douhet, nei pressi della Reggia di Caserta. Qui si sono sfidati i gelatieri nella preparazione del gelato artigianale, abbinato per questa edizione a uno dei prodotti di qualità più apprezzati del territorio casertano, l’albicocca, particolare per la sua qualità, la cui coltivazione si concentra soprattutto nell’area delle colline sessane, in quelle costiere del vulcano di Roccamonfina e nell’Agro Aversano. L’esito finale della competizione che ha assegnato il “Premio Qualità” di miglior gelato artigianale, gusto eccellenze del territorio, alla gelateria Briò è arrivato dal voto di una qualificata giuria tecnica di esperti presieduta dal maestro gelatiere Angelo Grasso, composta dai giornalisti Guido Alizieri per Belvederenews, Maria Beatrice Crisci per il Il Mattino e Ondawebtv, Rosa Orlando per Caserta Focus e dalla vice preside dell’Istituto Paritario Alberghiero “Luigi Veronelli” di San Prisco Giovanna Vetromile. Per la festa del dolce freddo più conosciuto al mondo i maestri gelatieri hanno realizzato, ognuno a modo proprio per l’avvio della stagione estiva, un gusto unico e originale creato “su misura” per la Festa del Gelato Artigianale di Alta Qualità.IMG-20180602-WA0050

Tra diversi gusti creativi e innovativi, dalla frutta alle creme, dai variegati agli abbinamenti più complessi, ha vinto il premio “Miglior Gusto dell’estate” il gelatiere Francesco Balestra de La Delizia di Ottaviano (Napoli) che ha firmato il gusto “mandalì”, mandarino e limone. Il giovane gelatiere napoletano nella sfida a colpi di paletta ha catturato l’attenzione della giuria, composta sempre dal presidente Angelo Grasso affiancato per questo premio da una rappresentanza di studenti del Istituto Paritario Alberghiero “Luigi Veronelli” di San Prisco, che ha valutato sapore, struttura, presentazione.

Si conclude così con grande successo anche questa terza edizione della manifestazione, ideata dal presidente del Movimento Turismo del cioccolato e delle eccellenze italiane Gianfranco Ferrigno. Evento che ha visto il trionfo del “gelato artigianale”, storicamente il primo alimento a potersi definire ambasciatore dell’italian food nel mondo, che ha conquistato un degno posto sulle tavole come prodotto di eccellenza del made in Italy. La Festa del gelato è diventata negli anni sempre più innovativa e gustosa, rimarcando un forte legame con la tradizione, l’artigianalità e il territorio.

 

 

You might also like

Cultura

Festa della Tammorra, il via a Parete. Weekend a Carinaro

(Luigi D’Ambra) – L’appuntamento con la Festa della Tammorra è per domani giovedì in piazza Berlinguer alle ore 20,30. La prima tappa di Parete si inserisce nell’ambito dei festeggiamenti in

Cultura

A Caserta l’estate è da re, concerti alla Reggia e al Belvedere

Maria Beatrice Crisci (ph Pino Attanasio) – Un’estate da Re, la grande musica alla Reggia di Caserta e al Belvedere di San Leucio promette davvero bene! Stamattina la presentazione del

Primo piano

Caserta, il Terra di Lavoro mette le ali e il corso diventa breve

Pietro Battarra – Open Day all’istituto Terra di Lavoro. Tra gli istituti tecnici che partiranno con la novità del corso breve di studi c’è il Terra di Lavoro. La preside Emilia

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply