Alessandro Petteruti, nel suo nome borse di studio per medici

Alessandro Petteruti, nel suo nome borse di studio per medici

Enzo Battarra

 – Il bastone di Asclepio, l’analessandro petteruti-4tico simbolo greco associato alla medicina, è nel logo dell’associazione che nasce nel nome di Alessandro Petteruti, il giovane e valente ortopedico casertano scomparso lo scorso 19 dicembre in un tragico incidente. Nel simbolo del sodalizio le sue iniziali.

L’associazione nasce con l’iLogo Petterutintento di sostenere il percorso formativo di giovani specializzandi nelle diverse discipline di Medicina e Chirurgia. Alessandro Petteruti morì in Germania mentre si recava a Monaco, con altri due colleghi, uno dei quali Luca Di Donato a propria volta perito nel sinistro, per prendere parte a un congresso medico. Per ricordare l’impegno di Alessandro, il suo rigore professionale e la sua naturale empatia, la famiglia e un gruppo folto di colleghi e amici hanno voluto dare vita all’associazione che porta il suo nome per sostenere le attività di studio di giovani promesse della medicina. Ne è presidente Nicodemo Petteruti, papà di Alessandro.

Due gli obiettivi principali: supportare annualmente il percorso formativo di uno specializzando nelle diverse discipline di Medicina e Chirurgia, attraverso l’elargizione di una somma una tantum; mettere a disposizione dello specializzando un network di strutture e professionalità che gli consentano di effettuare un’esperienza formativa di alto profilo nella disciplina prescelta.

«Attraverso questo supporto allo specializzando – spiega Nicodemo Petteruti – l’associazione si prefigge di perpetuare il ricordo di Alessandro, delle sue doti umane e professionali. Dalla sua scomparsa non c’è stato un solo momento in cui amici e colleghi non abbiano sollecitato me e i miei figli Carmine ed Ernesto a costruire un percorso che tenga ancora più salda la memoria di Alessandro. L’auspicio nostro e di quanti hanno voluto fortemente che questa associazione nascesse è che altri giovani possano avere opportunità e possano conoscere la dedizione e la professionalità di un medico bravo che ovunque ha lavorato ha lasciato di sé un meraviglioso ricordo».

A Lione, città nella quale ha per anni esercitato la sua professione sono state già istituite borse di studio in suo nome. Così a Bergamo, dove la clinica Humanitas, presso la quale si era trasferito da circa un anno, ha istituito il premio annuale per due giovani neolaureati, intitolato ad Alessandro Petteruti e Luca Di Donato, emanando già il bando per il 2019.

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7642 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Villa del Parnaso risorge dal degrado a Torre Annunziata

Mario Caldara Mare, archeologia, cultura. Questi sono i tre pilastri su cui poggia la crescita della Campania, regione che ha un’importante occasione di rilancio nella valorizzazione dei propri “tesori”. Torre

Primo piano 0 Comments

Grande musica a Baia Domizia, De Gregori è all’Arena dei Pini

Luigi Fusco -Non solo mare sul litorale casertano, ma anche bella musica d’autore. Per un ferragosto all’insegna della canzone italiana, a Baia Domizia, presso l’Arena dei Pini, a partire dalle

Primo piano 0 Comments

Green Pass alla mano, turisti ordinatamente in fila alla Reggia

Luigi Fusco – Bilancio positivo alla Reggia di Caserta per quanto riguarda il primo giorno di accesso al museo con la certificazione verde. Il personale di Ales e Opera Laboratori,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply