Anfiteatro Campano, l’apertura straordinaria l’11 settembre

Anfiteatro Campano, l’apertura straordinaria l’11 settembre

Luigi Fusco

-Apertura straordinaria per l’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere e beneficenza per gli
alluvionati dell’Emilia Romagna.
Aprirà i suoi cancelli la famosa arena dell’antica Capua di lunedì, nel giorno abitualmente deputato alla sua chiusura settimanale.
L’appuntamento è difatti per lunedì 11 settembre, dalle 9.00 alle 13.00 con ultimo ingresso alle 12.30, per
poter aderire ad una serie di iniziative in programma.
Alle 10.00 ci sarà la possibilità di partecipare ad una visita guidata della dottoressa Daniela Maiorano,
archeologa e funzionaria della Soprintendenza beni archeologici – architettonici e paesaggisti per le
province di Caserta e Benevento, alla scoperta della maestosa architettura dell’anfiteatro, secondo in
ordine di grandezza solo al Colosseo di Roma, in cui verranno svelati una serie di aspetti riguardanti la sua struttura e gli interventi di restauro in corso.
Alle 11.00, invece, l’associazione “Rosa del Nilo Aps” terrà una lezione di yoga negli spazi antistanti l’area
archeologica con lo scopo di far godere ai partecipanti la vetustà beltà dei reperti conservati in loco.
A mezzogiorno infine si svolgerà sempre all’anfiteatro una seconda visita guidata che verrà condotta dalla dottoressa Ida Gennarelli, direttore del Circuito Archeologico dell’Antica Capua.
Per l’occasione è prevista una vera e propria opera di beneficenza. Difatti, chiunque sarà interessato a
prender parte alle diverse attività potrà acquistare, alla biglietteria dell’Anfiteatro Campano, un titolo di
accesso di 3,50 euro, comprensivo di 1 euro destinato alle popolazioni colpite dalle alluvioni in Emilia
Romagna.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1051 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

Teatri di Pietra 2021, a Teano cala il sipario sulla rassegna

Maria Beatrice Crisci -Il Teatro Romano di Teano palcoscenico naturale degli ultimi due appuntamenti di Teatri di Pietra in Campania 2021, è questa la rassegna ospitata nelle aree archeologiche di Santa

Cultura

Premiati gli “alfieri dell’impegno civile” Di Meo e Conte

(Magi Petrillo) – Il duomo di Casertavecchia, un luogo magico, un luogo che è sempre stato lo scrigno culturale della città di Caserta. E’ qui che si è tenuta la

Cultura

Caserta non dimentica le bombe, rito religioso in Cattedrale

Alessandra D’alessandro -«Sabato 27 agosto si rinnoverà nella chiesa cattedrale di Caserta il momento di preghiera in memoria delle 300 vittime dell’incursione aerea americana sulla Città, replicata il 16-17 settembre